21 nov 2009

Lettera aperta per diritto di replica al direttore del sito Il Ponte On Line.

Direttore
IL PONTE ON LINE
Leonardo Rizzo

E P.C.

Presidente Ordine Giornalisti Calabria
Giuseppe SOLURI

Redazioni Siti Web Calabria
Testate Giornalistiche
DIRITTO DI REPLICA – RETTIFICA

(Articolo senza firma del 20.11.2009, dal titolo “Cariati: grandi emozioni nel consiglio comunale: lo show di Leonardo Trento, le precisazioni del Sindaco sulle delibere della Corte dei Conti. Mario SERO/PD mette sotto tiro l’Amministrazione con le sue interrogazioni. Ancora difficoltà di numero per la maggioranza”.)

La falsa quanto fantasiosa ricostruzione degli avvenimenti dell’ultimo consiglio comunale pubblicata, in data 20 Novembre, sul sito www.ilponte-online.it, per dovere verso i lettori ed i miei concittadini, mi impone di ripristinare la verità su cose e fatti riportati in mala fede dal pseudo cronista, nel solo e chiaro tentativo di favorire, soltanto sulle pagine del suo sito, una minoritaria parte politica del nostro paese; un pseudo cronista –sia chiaro – ormai riconosciutamente di parte e –ciò che risalta di più – assente, come tutti gli altri corrispondenti locali, ai lavori dell’ultimo consiglio comunale.

Nella citata seduta, non ho usato nessun “tono incivile” –per come scritto dal fantasma su Il Ponte On Line – verso i consiglieri dell’opposizione, né sono stato “poco edificante, scandaloso ed irriverente” nei confronti del Presidente del Consiglio Comunale o dei singoli componenti l’Assise Civica. Diversamente, e soltanto dopo una serie di palesi inesattezze registrate su episodi specifici e dopo una serie di offese e ripetuti “..Stai attento tu!” pronunciati da un consigliere di minoranza, terminato l’intervento di quest’ultimo, con garbo ed educazione, oltre che nel pieno rispetto del vigente regolamento, ho chiesto la parola, solo per poter replicare e per fatto personale.

Alla negazione di questo diritto, ripetuta ed immotivata, da parte del Presidente del Consiglio, ho abbandonato i lavori. E l’ho fatto, non certo in modo immaturo – come è stato scritto dall’assente cronista di parte. E’ stata, invece, una scelta, consapevole e chiaramente motivata dal fatto che non si stavano rispettando le regole di conduzione del consiglio, non riconoscendosi ad un organo democratico la normale possibilità di poter esprimere, liberamente, le proprie posizioni e, a maggior ragione, di replicare, come nel caso di specie, ad ingiurie ed inesattezze pronunciate da un consigliere, evidentemente ignorante sulle pratiche amministrative in discussione.

Quando e perché ho deciso di rientrare in aula? All’ultimo punto in discussione. E cioè allorquando l’opposizione –e questa, sì, in modo irresponsabile e senza motivazioni, né argomentazioni – abbandonava l’aula, col solo vano tentativo di far mancare il numero legale per far saltare l’approvazione ed il via libera alla costruzione di 18 nuovi alloggi di edilizia popolare nella nostra comunità. La minoranza (in consiglio e fra la gente), in quel modo voleva ancora una volta anteporre la propria opportunità politica (così come commentato dall’assente cronista) all’interesse collettivo. E lo abbiamo impedito. E’ stato in quel momento, infatti, che con senso di responsabilità nei confronti dei cariatesi, e considerati i tempi ristrettissimi per completare l’iter, ho deciso di rientrare in consiglio, mettendo da parte le pur giuste motivazioni sottese al mio precedente abbandono dei lavori.

Così facendo, a differenza di quanto non dice perché assente il cronista di parte, con il mio voto, ho consentito l’approvazione dell’importante punto in discussione grazie al quale, nonostante la sottovalutazione della stampa e della minoranza, il Comune di Cariati, dopo 30 anni, potrà dare in tempi rapidi risposte concrete al dramma vissuto da tanti, dell’emergenza casa.

Nel mio intervento, tra le altre cose, non mi sono sottratto di rimarcare, con forza, l’incapacità politica di un’opposizione che continua a parlare sul nulla e che invece riesce solo a scappare sulle cose importanti che servono alla nostra comunità. Senza mai offendere nessun consigliere, così come in mala fede descritto dall’assente cronista di parte e come confermato dall’ascolto del mio intervento, disponibile integralmente sul canale YouTube all’indirizzo http://www.youtube.com/watch?v=8IkTVRf7dX8.

Quanto accaduto rappresenta, infine, l’ennesima dimostrazione che, troppo spesso, taluni animati forse da frustrazioni personali irrisolvibili, tengono di più alle proprie cose che agli interessi della nostra cittadina.

Ritengo, infine, di non aver affatto “perso la testa” in consiglio –così come l’assente cronista di parte vorrebbe far credere. Al contrario, ancora una volta, ho agito nell’interesse dei cittadini di Cariati i quali, in più di una occasione, ormai hanno giudicato chi, oppure no, ha raggiunto, non solo la citata maturazione, ma anche – aggiungo – la coerenza e la capacità politica, tali da essere confermato quale loro rappresentante nelle istituzioni sovra-comunali.

Leonardo Trento
Consigliere Comunale di Cariati
Assessore Provincia di Cosenza

19 nov 2009

Trento: Nuovi alloggi di edilizia popolare a Cariati momento storico per tutta la comunità

Il Consiglio Comunale, riunitosi nella serata di ieri, ha approvato il progetto per la realizzazione ed il recupero di alloggi di edilizia sociale da offrire in locazione a canone vantaggioso per un importo di € 1.350.000. Sul punto è intervenuto, il consigliere comunale di maggioranza e assessore provinciale Leonardo TRENTO, dichiarandosi particolarmente soddisfatto per lo storico risultato raggiunto, ancora una volta, da una squadra amministrativa –ha scandito- che è compatta, unita al suo interno, forte e sempre più coesa, impegno dopo impegno, traguardo dopo traguardo.

In particolare, TRENTO ha ribadito come, al di là di dichiarazioni strumentali prive di qualsiasi fondamento e lucidità, anche quest’ultimo risultato (il finanziamento regionale per nuovi 18 alloggi popolari) testimonia, assieme ai numerosi altri di questi 3 anni di buon governo, l’autentica capacità amministrativa dell’Esecutivo guidato da Filippo SERO. E’ da 30 anni –ha detto- che a Cariati non venivano realizzati interventi di questo tipo. In questo modo diamo una risposta concreta ad una delle emergenze maggiori a Cariati ed in Calabria: quella cioè della casa. – TRENTO ha, quindi, sottolineato la gratitudine della coalizione e dell’Amministrazione all’Assessore Regionale ai Lavori Pubblici Luigi INCARNATO per l’impegno, ormai storico documentato e senza precedenti, destinato a beneficio delle esigenze dei cariatesi, a 360 gradi ed ha proposto al consiglio comunale la cittadinanza onoraria per l'on INCARNATO.
Lo stesso non ha poi esitato a parlare di finanziamenti ed opere attese da decenni (citando il Teatro, il Porto, la Scogliera a mare, i nuovi alloggi a canone agevolato, etc.) e che resteranno nella storia di Cariati. – TRENTO ha ribadito, infine, la compattezza della maggioranza a dispetto di voci strumentali, scriteriate e screditate di quanti annaspano nell’illusione di vederci disuniti. Siamo un pugno –ha chiosato - che basa la sua compattezza sul lavoro quotidiano nell'interesse unico dei cittadini di Cariati e sul miglioramento delle loro condizioni di vita.

7 nov 2009

Ospedale: STOP ad allarmismi strumentali. Continua la solita irresponsabile disiformazione

Pur in attesa di notizie ufficiali che non dovrebbero tardare ad arrivare, sulla base delle notizie ufficiose delle quali si è a disposizione, si ritiene, ad oggi, di poter confermare che l’Ospedale di Cariati sia esplicitamente incluso nella rete ospedaliera regionale e non in quella delle case della salute.

Ciò a differenza di quanto diffuso, in maniera non molto responsabile nella giornata di ieri, sia a mezzo stampa e sia sul solito sito internet locale, “Il Ponte”, divenuto ormai una vera e propria fabbrica quotidiana di bufale, balle e mistificazioni, puntualmente prive di ogni e qualsivoglia fondamento né diritto replica e rettifica, mai concesso ai diversi destinatari di scientifica e spesso offensiva disinformazione.

Si coglie qui l’occasione per ricordare e precisare che la delibera frettolosamente citata in qualche articolo di stampa, stando anche alla notizie diffuse dall’ufficio stampa della stessa Regione Calabria, è stata superata e modificata da altra delibera, adottata nei giorni scorsi e che, tra le altre cose, pare abbia cancellato il presidio da Cariati dalla rete regionale delle case delle salute.

L’evolversi storico e l’intricarsi, spesso improvviso ed incomprensibile, dell’intera vicenda Ospedale, continua certamente ad imporre il non abbassamento del livello di attenzione, da parte delle istituzioni, del comitato e della società civile.

Tuttavia, non ci si dovrebbe sentire autorizzati a creare, in ogni caso, momenti di allarmismo del tutto ingiustificato allo stato delle cose e destinato soltanto a strumentalizzare e ad esasperare gli animi, individuando invano e additando responsabili non si sa bene di cosa e per cosa, per il solo gusto mediocre ed autoreferenziale di disinformare l’opinione pubblica.
Purtroppo, se da una parte il confronto sull’Ospedale è riuscito positivamente a determinare ragioni e obiettivi di coesione territoriale, dimostratisi utilissimi non soltanto sulla specifica questione Ospedale ma anche ad esempio sulla vicenda discarica a Scala Coeli, dall’altra, anche questo momento è servito invece a qualcuno, ieri strumentalizzando qualche testata giornalistica oggi annidato in forma anonima dietro qualche fantomatica redazione web, per trasformare il diritto di cronaca nel personale strumento di inquinamento del dibattito sociale, a vantaggio solo delle proprie insanabili frustrazioni personali e professionali.

15 ott 2009

Discaricha a Scala Coeli: Discorso chiuso! Ma qualche "frustrato" continua a fare finta di non voler capire

L’Assessorato Regionale all’Ambiente non ha rilasciato alcun parere in merito alla procedura inerente il progetto di discarica privata da ubicare nel territorio del comune di Scala Coeli proposto dalla Società BI.ECO Srl di Rossano.
E’ quanto fa sapere l’Assessore Provinciale all’Urbanistica Leonardo TRENTO, a seguito dell’incontro, svoltosi ieri a Catanzaro, presso la sede regionale dell’assessorato, con il Dirigente del Dipartimento Dott. Giuseppe GRAZIANO.
Il funzionario regionale ha categoricamente escluso che vi sia un parere dell’Assessorato all’Ambiente in merito alla vicenda. – All’incontro ha partecipato anche il Sindaco di Cariati Filippo SERO.
"Appare di tutta evidenza –dichiara l’Assessore Provinciale TRENTO- come si sia voluto soltanto gettare fumo negli occhi delle cittadinanze interessate, disinformandole su un iter in corso la cui trasparenza era e rimane sotto gli occhi di tutti. Si continuano ad alimentare polveroni tanto inutili quanto strumentali, finalizzati –come è ormai chiaro ai sindaci ed alle popolazioni interessate- soltanto ad obiettivi di parte. Non v’è altro modo per commentare, del resto, il tentativo di certa stampa faziosa e palesemente di parte di sminuire contenuti importanza e risultati dell’incontro svoltosi, nei giorni scorsi, a Scala Coeli con l’Assessore Regionale all’Ambiente Silvio GRECO. In quella occasione, lo stesso GRECO ha avuto modo di chiarire, ai presenti, ogni aspetto in maniera assai dettagliata. Compresi i risultati, importantissimi per il territorio, quali il No definitivo sia alla mega-discarica che all’inceneritore; risultati sui quali, tuttavia –continua TRENTO- non si spende alcuna parola di apprezzamento pubblico. Su quei due risultati ha inciso in modo determinate il parere negativo espresso dal Comune di Scala Coeli, parere del quale, anche nell’iter della discarica privata, non si potrà non tenere conto. Purtroppo –conclude l’Assessore Provinciale- non c’è peggio sordo di chi non vuol sentire. Oggi si continua ad assistere ad una inutile, falsa e scorretta informazione che non serve a nessuno, se non al sollievo di qualche brutta frustrazione personale".

10 ott 2009

Grande soddisfazione per l'interruzione del progetto per la costruzione di un termovalizzatore a Scala Coeli

Il termovalorizzatore a Scala Coeli non si farà. Quanto comunicato nei giorni scorsi a Leonardo TRENTO ed al Sindaco Mario SALVATO, nel corso di un incontro tenutosi a Cosenza, nella sede della Provincia, dall'Assessore Regionale Silvio GRECO, ha trovato positiva conferma anche nelle ultime dichiarazioni rilasciate dal Commissario Straordinario Goffredo SOTTILE. L'ipotesi termovalizzatore è ormai soltanto un brutto sogno o, se si preferisce, una brutta avventura. Soddisfatto l’Assessore Provinciale all’Urbanistica e Governo del Territorio Leonardo TRENTO.

Il Commissario per l’Emergenza Ambientale Calabria Goffredo SOTTILE, intervistato dal giornalista Carlo CIANETTI, nell’ambito di un’inchiesta di Rai News 24 sui rifiuti in Calabria, andata in onda nei giorni scorsi e disponibile on-line ha testualmente dichiarato: <>.

E’ previsto, intanto, per LUNEDÌ 11 OTTOBRE, ALLE ORE 16.30, A SCALA COELI, un incontro tra il coordinamento dei sindaci impegnati su più fronti per condivise battaglie di civiltà e progresso, insieme allo stesso Assessore TRENTO e l’Assessore Regionale all’Ambiente Silvio GRECO. Sono stati anche invitati i rappresentanti dei comitati cittadini e le associazioni nati a seguito della paventata ipotesi termovalorizzatore.

Svanisce, dunque, il progetto di ubicare nel territorio Pieditorto di Scala Coeli, un mega termovalorizzatore che sarebbe stato destinato –secondo il variegato compatto e numeroso fronte del No- a mutare definitivamente lo stato, la fruibilità, l’autenticità, la genuinità di produzione agricola così come la stessa capacità di attrazione turistica e culturale, non soltanto ovviamente di Scala Coeli, ma dell’intero basso ionio cosentino. – E’ da questa constatazione, del resto, che è scaturita l’utile, grande ed a questo punto efficace mobilitazione dei Sindaci del territorio, coordinati da Filippo SERO, Primo Cittadino di Cariati, la più grande comunità del territorio di riferimento. – Una sinergia istituzionale, sobria ma allo stesso tempo forte e non incline né a isterismi né ad estremismi strumentali, che è riuscita a bloccare –così come lo stesso SOTTILE chiaramente conferma nell’intervista a Rai News 24- che un progetto così complesso e contrastante con la vocazione territoriale, potesse essere calato sulla testa dei cittadini, della loro salute e delle loro legittime aspettative e speranze. Esprime soddisfazione, per il risultato raggiunto grazie all’impegno ed all’efficace e coordinata azione delle rappresentanze istituzionali del territorio, l’Assessore Provinciale all’Urbanistica e Governo de Territorio Leonardo TRENTO. Il quale sottolinea come, ancora una volta, il ragionamento pacato e la ricercata condivisione su minimali obiettivi comuni rappresenti la vera via da percorrere, insieme, per uno sviluppo omogeneo di tutto il territorio di riferimento.

“L’essere riusciti a stoppare quel progetto –dice TRENTO- con la grande e qualificata attenzione istituzionale del territorio testimonia –qualora ve ne fosse mai stato bisogno- che sulla salute e sul progresso sostenibile non è consentito a nessuno erigere contrapposizioni ed altrettante polemiche sterili e strumentali. Colgo l’occasione –conclude TRENTO- per esprimere un ringraziamento sincero nei confronti dell’Assessore Regionale GRECO, per l’impegno, la sensibilità e l’attenzione dimostrate. A GRECO, nei prossimi mesi, sottoporremo come territorio un progetto complessivo di recupero e valorizzazione dei rifiuti, al quale insieme ai sindaci stiamo già lavorando, con la costruzione di un microambito territoriale ottimale.”

8 ott 2009

Inchiesta di RaiNews24 sui rifiuti in Calabria

Una volta Rossano era nota per la liquirizia e per gli ulivi secolari. Oggi, anche per le discariche. Così, con queste parole, la voce fuori campo del giornalista Carlo CIANETTI, dopo Crotone, accompagna nella Sibaritide l’inchiesta sui rifiuti in Calabria, andata in onda su RAINEWS 24 (Canale 506 di Sky), ieri e oggi e disponibile on-line: http://www.rainews24.rai.it/it/canale-tv.php?id=16816.

Nell’inchiesta, dal titolo emblematico “LA CALABRIA E I RIFIUTI. VELENI SPA”, vengono ascoltati numerosi protagonisti, da Fabio MENIN del WWF – Rossano a Nilo MORABITO – Presidente di Legambiente Calabria, dai sindaci di Cariati e Saracena, Filippo SERO e Mario Albino GAGLIARDI, all’Assessore Regionale all’Ambiente Silvio GRECO ed a quello provinciale Leonardo TRENTO, dal Commissario per l’Emergenza Ambientale Goffredo SOTTILE al Pubblico Ministero presso il Tribunale di Crotone Pierpaolo BRUNI. – Dal Catanzaro al Pollino, dalla Città di Pitagora a Castrovillari a Cosenza, passando per Cariati, Scala Coeli e Rossano. Sul banco degli imputati un’emergenza rifiuti lunga dodici anni, in scadenza al prossimo 31 Dicembre e senza risultati, se non il peggioramento della situazione iniziale. Con ATO (ambiti territoriali ottimali) mai andati in funzione, la nascita esponenziale di ben 14 società miste pubblico (51%) privato (49%) nate per fare la differenziata ma ben presto entrate in tutto il sistema complessivo dei rifiuti, l’ovvio fallimento regionale della raccolta differenziata, le discariche al collasso, le oltre 400 discariche abusive ed i variopinti conflitti territoriali sulle ipotesi di termovalorizzatore. Come a SCALA COELI dove –parola del Commissario SOTTILE- l’allargamento del dibattito ai sindaci del territorio ha fatto naufragare intese preparatorie raggiunte.

Di nuovi termovalorizzatori, così come di nuove discariche, non ne vuol proprio sentirne parlare MORABITO (Legambiente). Sarebbe economicamente ingestibile –sostiene- perché la Calabria è sotto il milione di tonnellate annuo di RSU. Basterebbe soltanto potenziare la differenziata. – Ma è proprio contro la differenziata pare risultino schierati interessi e poteri forti, criminali inclusi. Gli RSU fanno business –conferma l’Assessore Provinciale TRENTO- ed è per questo che la differenziata, su scala generale, non decolla. Più differenziata equivarrebbe, in un sistema come quello attuale, a meno business. – E di business e di privati che si arricchiscono, mentre il pubblico perde e la comunità va al collasso, si sente parlare in tutto il reportage di CIANETTI. Sotto processo è il sistema stesso di società miste, con privati che detengono quote variabili in ognuna delle altre società. Fino ad arrivare a veri propri casi di monopolio nei quali –come è già capitato a Cosenza- il committente è, allo stesso tempo, fornitore.

Mentre il Commissario SOTTILE cita nuove discariche ed ampliamento di esistenti, MORABITO boccia questa strategia come situazione di non-gestione e di non-scelta imposta alla Calabria, con conflitti territoriali dietro l’angolo. Territori privati di autonomia –aggiunge Fabio MENIN (WWF)- in un sistema divenuto ormai di emergenza permanente e nel quale poche grandi ditte guadagnano col trasporto dei rifiuti. Si sta solo tamponando, il collasso generale è vicino. E se l’Assessore Regionale all’Ambiente Silvio GRECO, da una parte promette l’impegno dell’attuale Giunta ad evitare, ad esempio, nuove discariche a Crotone (che ha pagato un prezzo gravissimo –dice GRECO) e, dall’altra, parla di rivoluzione culturale da far passare, sottolineando l’opportunità della raccolta porta a porta, il PM BRUNI non ha dubbi né peli sulla lingua: non si vogliono trasformare i rifiuti in risorsa. La ‘ndrangheta –dice- non è solo quella che spara e uccide. E’ anche quella che sotterra i rifiuti sotto le scuole. – Il servizio si chiude con una speranza: il caso nazionale di SARACENA, con il suo 64% di differenziata, risparmio economico, città pulita, cittadini soddisfatti, passaggio dalla TARSU alla TIA e lettore con codice a barre per i sacchi della spazzatura. Come dire, l’esempio c’è. Si può fare la differenza!

Presentato il Geoportale della Provincia di Cosenza

Si è tenuto ieri mattina, nella Sala degli Specchi di Piazza XV marzo, il Convegno di presentazione del GEOportale della Provincia di Cosenza, coordinato dal Dirigente di Settore Programmazione e Gestione Territoriale dell’Ente Ing. Giovanni Greco ed introdotto da Leonardo Trento, Assessore Provinciale alla Programmazione e Gestione Territoriale. L'Assessore Trento tra l'altro, ha sottolineato l'importanza che il progetto assume per gli Enti locali, che nei prossimi giorni saranno coinvolti per un corso di formazione sull'utilizzo dello stesso, e del ruolo guida che la provincia di Cosenza assume a livello regionale in questo campo.
Sono intervenuti Tonino Caracciolo, Progettista e Direttore dei Lavori progetto SIPITEC2, sul tema "Il ruolo del Geoportale nell'Infrastruttura Dati Territoriale della Regione Calabria", Marcello Gaccione, Responsabile del Sistema Informativo Territoriale della Provincia di Cosenza su "Il supporto del Geoportale alle politiche di Governo del Territorio", Luigi Oliva, Responsabile del Servizio Informatico Provincia di Cosenza su "Il supporto del Servizio Informatico alla realizzazione del Geoportale". Ha presentato il Geoportale Giacomo Martirano, Direttore Tecnico Epsilon Italia srl, azienda esecutrice progetto SIPITEC2, ha concluso i lavori il Presidente della Provincia di Cosenza Gerardo Mario Oliverio, il quale ha sottolineato la valenza dell’iniziativa, considerandola altamente utile e innovativa e di supporto tecnico nel complesso sistema di pianificazione del nostro vasto territorio.
Mediante la realizzazione del progetto SIPITEC (Sistema Informativo Territoriale per la gestione del PTCP – Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale), la Provincia di Cosenza ha realizzato un GEOportale, che si inserisce in un contesto più ampio di ridefinizione del processo di pianificazione del territorio, in funzione dei diversi livelli istituzionali coinvolti. In tal senso il GEOportale ha l’obiettivo di migliorare l’efficienza e la celerità dell’azione amministrativa attraverso la semplificazione dei procedimenti, la trasparenza delle scelte raggiungibilI con una più ampia partecipazione, l’uso di tecnologie sofisticate di semplice utilizzo, la predisposizione di dati e procedure standard pronte all’uso.Il GEOportale vuole essere un’efficace supporto tecnologico per tutti i Comuni impegnati nell’attività di rinnovamento della pianificazione comunale, tramite la fornitura di procedure e dati per la redazione e gestione dei PSC e dei PSA. Sono state così poste le basi per la costruzione di un sistema di pianificazione fondato sulla collaborazione interistituzionale, anche per il fatto che il GEOportale costituisce un elemento importante dell’Infrastruttura Dati Territoriale della Regione Calabria.In particolare, il GEOportale offre da subito servizi in rete on-line per gli altri Settori della Provincia, per i Comuni e per i cittadini, quali:o Un sistema webgis per la consultazione dei vari tematismi del PTCP e del PVBPS sovrapponibili a vari tematismi di base (ortofoto, cartografia IGM), e dei PSC-PSA, questi non appena i dati dei Comuni saranno disponibili in conformità agli standard previsti, con il supporto del Settore Programmazione e Gestione Territoriale.o Un servizio di download di alcuni dati presenti nel sistema.o Un servizio di download di software GIS gratuiti mediante i quali l’utente può visualizzare e modificare i propri i dati geografici avendo sullo sfondo i dati disponibili nel SIPITEC.o Un servizio, all’interno del webgis, per la segnalazione di beni culturali e paesaggistici da parte dei cittadini, da sottoporre a successiva verifica da parte del Settore Programmazione e Gestione Territoriale.o Un servizio di ricerca avanzato dell’informazione geografica disponibile nel sistema, mediante la consultazione di un catalogo di metadati, direttamente collegato al webgis.o Un nuovo sistema informatizzato per la gestione dei rilasci dei nulla-osta paesaggistici, con la possibilità che il tecnico/referente di ogni pratica consulti on-line l’iter della pratica.o Una struttura-dati per i PSC-PSA che facilita l’operato dei Comuni nella redazione dei Piani Strutturali, semplificando anche le fasi di verifica di conformità con i Piani sovraordinati (PTCP – QTR).o Un servizio di caricamento on-line di nuovi dati e/o di dati aggiornati da parte dei Comuni, relativi ai PSC-PSA.E’ infine da sottolineare che l’ultima fase del progetto prevede un’intensa attività di formazione finalizzata all’apprendimento dell’utilizzo delle funzionalità presenti nel GEOportale da parte dei tecnici delle Pubbliche Amministrazioni (Comuni e Comunità Montane). Tale fase, già avviata all’interno del Settore Programmazione e Gestione Territoriale della Provincia, si estenderà capillarmente anche al personale tecnico degli altri Settori della Provincia.
Il GEOPortale è consultabile al seguente indirizzo: http://sipitec.provincia.cs.it/.

25 set 2009

Termovalizzatore: lunedì 12 Consigli comunali del teritorio con l'Assessore regionale Silvio Greco

Nel corso di una riunione tenutasi a Cosenza, tra l’Assessore Provinciale alle Politiche del Territorio Leonardo TRENTO, il Sindaco del Comune di Scala Coeli Mario SALVATI e l’Assessore Regionale all’Ambiente GRECO in merito alla paventata ipotesi dell'ufficio del commissario ambientale della Calabria di costruire un termovalorizzatore in località Pieditorto del comune di Scala Coeli si è stabilito di convocare un Consiglio comunale straordinario e congiunto di tutti i Comuni interessati alla presenza dello stesso Assessore Greco.

A quest’ultimo è stata ribadita, a nome del Coordinamento dei Sindaci, la netta contrarietà alla paventata realizzazione del mega termovalorizzatore che arrecherebbe notevoli danni a tutto il territorio interessato.

17 set 2009

Unione dei Comuni del Basso Ionio: maggiori occasioni per tutto il territorio

Mobilità inter-territoriale, disegni urbanistici complessivi, politiche integrate del turismo marino e montano, elevamento della qualità reale dei servizi al cittadino, omogeneizzazione della stessa offerta istituzionale di servizi all’utenza, comunicazione integrata e, soprattutto, risparmio delle risorse pubbliche per una efficienza maggiore.

Sono, questi, alcuni degli obiettivi che ci si prefigge di raggiungere, nel medio e lungo termine, con la messa a regime del progetto, oggi in costruzione, dell’Unione dei Comuni del Basso Ionio cosentino.

Fortemente promosso e portato avanti dall’Assessore Provinciale all’Urbanistica e Territorio, Leonardo TRENTO, il progetto di Unione dei Comuni vede già attivamente coinvolti, in fase di concertazione e confronto su strategie contenuti e metodi, i sindaci di Mandatoriccio – Angelo DONNICI, Cariati – Filippo SERO, Terravecchia – Mauro SANTORO, Pietrapaola – Giandomenico VENTURA, Scala Coeli – Mario SALVATO, Calopezzati – Gennaro BIANCO e Campana – Pasquale MANFREDI, riunitisi ieri sera, alla presenza dello stesso Assessore TRENTO, presso il comune di Mandatoriccio.

L’obiettivo, condiviso e ribadito dallo stesso TRENTO è quello di accelerare l’iter e la fasi propedeutiche alla formulazione di bozza definitiva di Statuto, in modo da poter proficuamente investire tempo, energie e risorse per far camminare, presto, questo nuovo ed utile soggetto inter-istituzionale, più forte e con maggiori opportunità di successo, tanto nella progettazione integrata su larga scala avendo di mira soprattutto l’intercettazione di fonti di finanziamento esterne, quanto soprattutto nell’ottenimento di risultati concreti e condivisi da tutto il territorio di riferimento

1 ago 2009

Leonardo Trento neo assessore all'Urbanistica e Territorio della Provincia di Cosenza

Il Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, confermato dal voto di giugno, oggi pomeriggio ha presentato la nuova giunta durante una conferenza stampa. Sono dieci i componenti del nuovo esecutivo, quindi due in meno rispetto al precedente governo di centrosinistra guidato sempre da Oliverio. Vice presidente e' stato confermato Domenico Bevacqua (Partito democratico). Al suo fianco Leonardo Trento (Partito socialista), Ferdinando Aiello (Rifondazione comunista), Maria Francesca Corigliano (Partito democratico), Pietro Lecce (Partito democratico), Arturo Riccetti (Partito democratico), Pietro Ruffolo (Partito democratico), Giovanni Forciniti (Partito democratico), Antonello Graziano (Autonomia e diritti, una delle liste riconducibli al presidente della Regione Agazio Loiero) e Marilena Matta, una cardiologa nominta direttamente dal presidente. Oliverio ha chiarito d'avere tenuto per se' alcune deleghe, e di aver congelato l'assessorato dell'Italia dei Valori, su richiesta del partito, in attesa che venga celebrato il congresso dei dipietristi. La nomina di diversi consiglieri eletti, provochera' un valzer tra i banchi della maggioranza. Mercoledi' e' stata gia' fissata la prima riunione della giunta.

28 lug 2009

Discarica Scala Coeli: Revocato dal commissario il procedimento

Il Commissario per l’Emergenza Ambientale ha interrotto il procedimento. Si passerebbe dal progetto di realizzazione di una discarica a quello di realizzazione di un termovalorizzatore. È questa, in sintesi, la decisione assunta dal rappresentante territoriale del governo e comunicata ai sindaci del territorio coinvolto, riunitisi questa mattina a Catanzaro presso la Regione Calabria.

Gli stessi primi cittadini hanno già fatto sapere di essere contrari anche a questa seconda ipotesi. Tuttavia hanno espresso l’intenzione di portare la questione all’ordine del giorno di un prossimo consiglio comunale, congiunto ed urgente, da convocare nelle prossime ore.


“Il Commissario per l’Emergenza Ambientale Dott. Goffredo SOTTILE, preso atto della contrarietà espressa da tutte le Amministrazioni Comunali del territorio e soprattutto del parere dell’Amministrazione Comunale di Scala Coeli e dell’Amministrazione Provinciale di Cosenza, ha dichiarato di aver revocato il procedimento per la realizzazione della discarica in Località Pieditorto di Scala Coeli.

Lo stesso Commissario ha dichiarato che della decisione verrà fatta comunicazione a tutti i sindaci interessati e, a margine della riunione, ha prospettato l’ipotesi di porre in essere i poteri conferiti dalla legge per la realizzazione del secondo termovalorizzatore del “Sistema Calabria” che – a suo dire- rappresenterebbe un’opportunità ed una risorsa per il territorio”. 

Gli amministratori intervenuti (i Sindaci di Scala Coeli, Cariati, Mandatoriccio, Terravecchia, Campana, Pietrapaola, Crucoli, ed Umbriatico ed il Consigliere Provinciale Leonardo TRENTO) hanno preso atto favorevolmente della revoca del procedimento per la realizzazione della discarica a Scala Coeli. Con riguardo alla prospettata ipotesi di realizzazione di un termovalorizzatore gli stessi hanno fatto rimarcare che la questione non era posta all’ordine del giorno dell’odierna riunione e si sono detti, allo stato degli atti, contrari.

In ogni caso si ritiene che sulla questione sia necessario aprire un ampio confronto nei rispettivi consigli comunali e con le popolazioni coinvolte.

Il comitato di coordinamento ha deciso di convocare nei prossimi giorni un consiglio comunale congiunto ed urgente al fine di informare la cittadinanza sulla positiva soluzione della questione discarica e di voler aprire un approfondito confronto sulla nuova ventilata ipotesi di realizzazione di un termovalorizzatore”.

14 lug 2009

Discarica Scala Coeli: la Provincia di Cosenza comunica la propria posizione ufficiale e smentisce una certa stampa "corrotta" e in mala fede

In relazione alle notizie apparse sulla stampa e attraverso internet, relativamente ad una megadiscarica pubblica dei rifiuti che dovrebbe sorgere sul territorio del Comune di Scala Coeli, l’Amministrazione Provinciale di Cosenza, al fine di evitare strumentalizzazioni ed alimentare notizie false e prive di fondamento, informa la cittadinanza di non aver dato alcun avallo o parere positivo a tale discarica, non essendo stato trasmesso ai propri uffici competenti alcun progetto sul quale poter esprimere parere di merito.
Al dirigente dell’Ato, ingegner Domenico Pallarìa, è stato trasmesso soltanto il verbale di una riunione avvenuta tra il Commissario per l’Emergenza Ambientale ed il Comune di Scala Coeli, che lo stesso Pallarìa ha siglato esclusivamente per presa visione.
Detto verbale, però, non può in alcun caso essere considerato come un atto autorizzativo o di assenso alla discarica, non essendoci stata alcuna occasione o possibilità di valutare detto progetto nel merito.
Peraltro, da contatti assunti con l’Ufficio del Commissario, si è appreso che, a seguito della revoca del consenso da parte del Comune di Scala Coeli, è stato interrotto ogni provvedimento amministrativo relativo all’autorizzazione di detta discarica.

6 lug 2009

Documento di netta contrarietà alle discariche di Scala Coeli

Netta contrarietà alla prospettata realizzazione (da parte del Commissario Straordinario per l’Emergenza Ambientale) di un impianto di smaltimento RSU nel territorio di Scala Coeli, nonché di quella che altro soggetto privato vorrebbe realizzare nello stesso territorio.  Nasce, oggi, un comitato di coordinamento in rappresentanza ed a difesa del territorio.

E’, questa, la posizione unanime espressa, e confezionata in un documento unitario sottoscritto in tarda serata dai sindaci di Scala Coeli Mario SALVATO, di Cariati Filippo SERO, di Mandatoriccio Angelo DONNICI, di Terravecchia Mauro SANTORO, di Campana Pasquale MANFREDI, del Vice Sindaco di Pietrapaola Giovanni PORRO, del Sindaco di Crucoli Antonio SICILIA, di Umbriatico Rosario Pasquale ABENANTE e del Consigliere Provinciale Leonardo TRENTO.

L’incontro, tra gli amministratori del territorio, convocato dal Primo Cittadino di Scala Coeli SALVATO, si è tenuto presso la sede municipale di Scala Coeli, con all’ordine del giorno la problematica inerente la realizzazione di due discariche, una pubblica ed una privata, nel territorio di Scala Coeli.

SALVATO ha prima informato i presenti che, a seguito dell’incontro tenutosi a Catanzaro, con il Commissario Straordinario per l’emergenza ambientale, è stata prospettata la volontà, da parte dello stesso Commissario, di realizzare un impianto di smaltimento RSU nel territorio di Scala Coeli. Si è, quindi, riunito il Consiglio Comunale di Scala Coeli che ha deliberato all’unanimità, esprimendosi in senso contrario alla prospettata realizzazione di quella discarica, così come di quella privata.

Gli amministratori presenti all’incontro, all’unanimità, hanno perso atto della volontà espressa dal consesso di Scala Coeli ed hanno manifestato la piena condivisione di quella volontà, impegnandosi a loro volta a convocare i consigli comunali delle rispettive città al fine di adottare analoghe deliberazioni.

I presenti hanno anche annunciato di voler costituirsi, oggi stesso, in comitato di coordinamento, in rappresentanza del territorio interessato al fine di adottare ogni atto utile e necessario a scongiurare la realizzazione delle discariche in questione, con l’intento di salvaguardare, da un lato un territorio a vocazione turistica ed agricola e, dall’altra, di evitare danni ambientali di ingenti proporzioni che andrebbero a gravare su un ambiente naturale attualmente integro ed incontaminato e sulla salute delle popolazioni interessate. I sindaci hanno infine delegato il collega di Scala Coeli a trasmettere il verbale sottoscritto al Commissario straordinario per l’emergenza ambientale ed a chiedere allo stesso un incontro urgente per manifestare il totale dissenso delle popolazioni interessate alle iniziative all’ordine del giorno. 

23 giu 2009

Mario Oliverio è stato riconfermato Presidente della provincia di Cosenza. Grande contributo del basso ionio con il 70%.

Tutto il territorio provinciale ha scelto OLIVERIO come proprio Presidente per i prossimi anni, confermando la propria fiducia in un uomo di governo, le cui qualità, visto il ribadito altissimo indice di gradimento, non potrebbero essere facilmente messe in discussione, neppure da quanti non escono vincenti dalla sfida del ballottaggio.

In questo complessivo ed incontestabile dato provinciale, che non conosce ombre, soprattutto i concittadini del basso ionio hanno saputo e voluto premiare, con determinazione e con senso di responsabilità, l’impegno, la capacità, la lungimiranza ma anche la disponibilità che il Presidente Mario OLIVERIO ha dimostrato in tutti questi anni.

La provincia di Cosenza è stata presente fino ad oggi, forse come mai prima in questo territorio, rispondendo e risolvendo, nel concreto, rispetto alle attese, alle speranze, alle richieste ma anche alle ambizioni di questa area. Insomma, l’amministrazione provinciale, la giunta Oliverio ha ben operato ed ha anche dimostrato uno stile di governo, vicino ai cittadini ed a quelle che, neppure nominalmente, noi consideriamo periferie.

Per tutte queste ragioni, l’intero territorio provinciale, ma soprattutto questo territorio, ha dato un contributo considerevole alla riconferma del buon governo del centro sinistra alla provincia di Cosenza, con OLIVERIO presidente.

E’ stata premiata, infine, anche la nostra capacità concreta di rappresentanza presso l’istituzione sovra comunale delle diverse istanze di sviluppo e di crescita complessiva di questa area, sempre ragionando in un’ottica di territorio e guardando sia alle specificità dei singoli territori sia soprattutto impegnandosi per portare a termine o a migliorare opere servizi ed infrastrutture possibili ed utili, senza mai gettare fumo negli occhi alle popolazioni.

Questo metodo di concepire tanto la politica quanto la rappresentanza istituzionale è stato riconosciuto in Mario OLVERIO, nella sua squadra ed in quanti hanno saputo e voluto condividere con lui la politica del fare e delle risposte al cittadino.

Con queste premesse, e con l’incoraggiamento forte ricevuto dagli elettori, siamo certi di poter continuare ad offrire una stagione di buon governo per tutta la provincia e per il basso ionio in particolare.

15 giu 2009

Trento ringrazia gli elettori e chiede un voto utile per Mario Oliverio

In un’affollatissima piazza Madonnina, sul Lungomare C.Colombo di Cariati, il rieletto consigliere provinciale Leonardo TRENTO ringrazia gli elettori dell’intero collegio e chiede a gran voce un altro voto utile, al ballottaggio del 21 e 22 giugno prossimi, per la riconferma del Presidente uscente Mario OLIVERIO. Al di là degli apparentamenti, TRENTO ha invitato tutti a votare liberamente, scegliendo adesso per Cariati e per questo territorio una rappresentanza nella prossima giunta provinciale.
In via Matteotti, in chiusura di campagna elettorale –ha esordito Leonardo TRENTO- c’eravamo lasciati dicendo che il 6 e il 7 Giugno sarebbe stato un trionfo e trionfo è stato. Cariati e questo territorio –ha detto- ci hanno riconsentito di ritornare a sedere, di nuovo, nel consiglio provinciale di Cosenza. Il risultato è stato eccezionale. Grazie al vostro consenso, sono risultato il primo eletto del partito socialista e il primo eletto di tutti i partiti del centrosinistra, con una percentuale del 24%. Un elettore su 4 del collegio n.7 di Cariati ha scelto di darmi fiducia per continuare a rappresentare gli interessi di questo territorio per altri 5 anni, per riportare la provincia di Cosenza in questo territorio per altri 5 anni. Vi avevamo chiesto un voto utile, di non disperdere il voto. E di valutare, su 38 candidati, quale, fra quelli, ce l’avrebbe potuta fare davvero. Avete fatto degnamente –ha continuato TRENTO- quello che vi abbiamo chiesto. – Avete fatto la scelta giusta. Avete scelto di volere continuare ad essere rappresentati. Avete dimostrato di saper votare. Avete continuato ad investire su chi, in questi anni, ha saputo rappresentare bene questo territorio. Questo comizio serve per ringraziare tutti voi, ma anche per invitarvi ad andare a votare il prossimo 21 e 22 giugno per il nostro Presidente Mario OLIVERIO. Mi serve per ringraziare i miei compagni di partito per l’ottimo lavoro fatto per me in questi giorni nelle vostre case. Mi rammarico di non essere riuscito a raggiungervi tutti. Avrei voluto passare in ognuna delle case dei miei concittadini, cosa che, già da domani, farò per il ballottaggio. – Questa campagna elettorale è stata strana e per me particolarmente faticosa –confessa TRENTO. Infatti, ho continuato a lavorare ed a fare l’amministratore provinciale senza pause, per garantire la mia presenza sia in zona sia a Cosenza. Analogo ringraziamento va a quanti, non socialisti, si sono comunque spesi per me come se fossi un loro candidato. Ringrazio, quindi, Cataldo PERRI, Filippo ASCIONE e Domenico STRAFACI. Hanno fatto un lavoro straordinario. Queste persone ed altri hanno capito che Cariati doveva continuare ad avere il loro rappresentante. Ringrazio i tanti giovani che mi hanno sostenuto e che si sono entusiasmati, giorno dopo giorno. Li ringrazio per aver portato il mio nome nelle loro case, e per aver chiesto ai propri genitori di votare per me. Ciò mi rende orgoglioso e mi fa capire che devo continuare a fare. – Viabilità, porto, sviluppo territorio e ospedale sono, queste, le 4 grandi aree su cui –ha aggiunto- mi impegnerò, sin da domani e per i prossimi 5 anni. Le porte di casa mia resteranno aperte per tutti, ancora di più di come è già stato in passato. Voglio continuare ad essere vicino alle vostre esigenze. Grazie a voi, Cariati ha, ormai, il suo rappresentante. Domenica 21 Giugno, dalle ore 7 alle 22, e Lunedì 22 dalle ore 7 alle 13 serve un altro voto utile per il nostro territorio. Anzi, adesso il voto è ancora più utile perché dobbiamo decidere se questo rappresentante dovrà essere di maggioranza o di minoranza. Ma a prescindere da me, e dal fatto che io possa essere svolgere ruoli più importanti anche nella prossima giunta di centro sinistra, questo territorio –ha scandito TRENTO- deve votare Mario OLIVERIO per quello che questo Presidente ha fatto per questo zona. A prescindere dagli apparentamenti, adesso si parte da zero. Siamo noi con la nostra mano e con la nostra testa che decideremo chi dovrà rappresentarci. Cariati sarà in quella giunta a fare bene per questo territorio. Io sono fiducioso. Anche quanti, il 6 e il 7 giugno scorsi, hanno votato per altri partiti ora sono liberi di valutare serenamente la cosa giusta e di scegliere diversamente.

12 giu 2009

Gli auguri di 8 Torri sullo Ionio a Leonardo Trento

L’Associazione Europea Otto Torri sullo Jonio prende atto dello straordinario successo elettorale del presidente uscente del Consiglio Provinciale, il giovane Leonardo TRENTO al quale, oltre ai complimenti per l’ottimo evidente risultato, ribadisce la propria amicizia e l’incoraggiamento a proseguire su un percorso di attenzione all’intero territorio.
Come già fatto in occasione della elezione di TRENTO alla carica di Presidente del Consiglio Provinciale di Cosenza, succedendo alla figura di Sandro PRINCIPE, per Otto Torri sullo Jonio, sodalizio giovane con i piedi nel territorio e lo sguardo in Europa, è certamente un fatto importante e da non interpretare troppo sbrigativamente, la circostanza che a diventare coerente e credibile punto di riferimento di un’intera area sia un politico classe 1973. Anche questo fa, forse, la differenza.

Così, d’altronde, succede nel resto d’Europa, a tutti i livelli, dal locale al nazionale. Basta osservare le facce, non soltanto nei corridoi del Parlamento Europeo, ma anche e soprattutto le fotografie nei consessi e nelle riunioni dei governi europei, per accorgersi di come a politici e rappresentanti istituzionali ultra-settantenni si contrappongano colleghi europei di 10,20 ed anche qualche anno in meno.

Riteniamo che Leonardo TRENTO, al quale Otto Torri sullo Jonio è per altro legata da proficui e personali rapporti di collaborazione, consolidatisi nel corso degli anni attorno alla organizzazione del Meeting Euromed giunto quest’anno alla sua 8° Edizione, abbia saputo raccogliere un consenso tanto importante quanto autentico e trasversale, frutto probabilmente anche di un diverso approccio alla soluzione concreta dei problemi più che alla disquisizione sugli stessi, caratteristica o, se si preferisce, qualità che, anche e soprattutto in queste ore, viene pacificamente riconosciuta al giovane politico dello ionio.
A TRENTO Otto Torri sullo Jonio fa quindi gli auguri più sinceri di buon lavoro, nel confermato ruolo di rappresentante del territorio nel prossimo consiglio provinciale di Cosenza e con la consapevolezza di poter nuovamente collaborare in futuro su progetti iniziative e visioni condivise.

9 giu 2009

Leonardo Trento con il 23,76% è rieletto Consigliere della Provincia di Cosenza

Leonardo TRENTO con il 23,76% dei consensi ricevuti nel collegio n° 7 di Cariati è il primo eletto di tutto il Centro Sinistra provinciale ed è anche il candidato che ha ha ottenuto maggiori consensi nella Provincia di Cosenza nella lista del Partito socialista. Leonardo TRENTO, presidente uscente del consiglio provinciale di Cosenza, è risultato il candidato più votato con 2184 preferenze di cui 1588 a Cariati, 116 a Scala Coeli, 84 a Terravecchia, 98 a Pietrapaola, 255 a Mandatoriccio e 43 a Campana. Un risultato straordinario se si considera la grandissima frammentazione elettorale che aveva visto impegnate in ogni collegio 38 liste.

4 giu 2009

Sul lungomare di Cariati un fiume di persone applaude Leonardo Trento


Una delle prime cose sulle quali, come amministrazione ci siamo impegnati, è stata l’interruzione, coraggiosa, di un procedimento amministrativo in base al quale, quanti oggi tentano invano di disinformare e fomentare i pescatori, avevano addirittura regalato una parte del Porto ad un privato. Ci siamo imposti ed abbiamo anzi tutto restituito il porto ai cariatesi ed ai pescatori, onorando quello che era il primo punto e della coalizione Amiamo Cariati e del programma amministrativo.


Non ha usato mezze parole Leonardo TRENTO, intervenendo ieri sera (Mercoledì 3 Giugno) in un’affollatissima piazza Madonnina, sul Lungomare di Cariati, in un comizio –ha detto- non in programma ma resosi necessario per spiegare ai cittadini, fin nei dettagli, soprattutto ai pescatori, tutte le politiche e l’attenzione che sin dall’inizio l’Amministrazione guidata da Filippo SERO ha avuto rispetto al Porto, i cui lavori di ultimazione sono oggi sotto gli occhi di tutti. TRENTO ha chiaramente denunciato il tentativo di quanti stanno entrando nelle case dei pescatori creando allarmismi e diffondendo falsità di ogni tipo sui lavori e sulla funzione della parte peschereccia e commerciale dell’importante infrastruttura. Ha poi ricordato il suo impegno, da consigliere di opposizione, durante la Giunta ARCUDI, per impedire che tutto il porto venisse regalato alla società Italia Navigando che, oggi, è fallita. Se avessimo aderito allora a quella proposta –ha scandito TRENTO- adesso sì che i pescatori di Cariati dovrebbero fuggirsene altrove, come qualche sprovveduto va dicendo in giro, ignorando documenti storia e evidenza Il presidente uscente del consiglio provinciale ha ripercorso tutte le fasi che, dal 2007 ad oggi, hanno visto impegnato l’Esecutivo nel recupero di finanziamenti per ultimare un’opera che, dopo un trentennio dalla prima pietra, era stata abbandonata in una situazione di degrado. Al nostro insediamento –ha detto TRENTO- il porto era un disastro. E’ stata quindi ricordata la delibera del 2007 con la quale l’Assessore Regionale socialista Luigi INCARNATO è riuscito a far passare il progetto di una rete portuale di 8 porti, tra cui quelli non di primo livello di Cariati e Cetraro, invece dei 60 indicati nell’originaria impostazione. Fu nel novembre del 2007 –ha ricordato il candidato socialista- che si aprì uno spiraglio per il porto di Cariati, con quei 3 Milioni e 700 Mila euro individuati attraverso una misura sui residui dei fondi POR. Abbiamo anche rischiato di non poter usare quei fondi –ha aggiunto TRENTO- perché dal 2001 in poi qualcuno si era dimenticato di pagare la concessione al demanio e di completare l’iter di collaudo per tutte le opere connesse al porto, realizzate a partire addirittura dagli anni ’80; iter che noi abbiamo ripreso e portato a termine nel Giugno del 2008. Ed anche qui, c
ome per tutto quello diciamo, ci sono carte e documenti (che TRENTO ha riportato ed esibito sul palco, fornendone puntualmente copia agli elettori). Nessun finanziamento il porto avrebbe potuto ottenere, se prima non avessimo provveduto, con capacità e senso di responsabilità, a sanare tutti i contenziosi lasciati aperti primo fra tutti quello con l’agenzia del demanio. Siamo riusciti -ha continuato- a far ammettere il porto dei pescatori di Cariati alla misura prevista dall’Assessorato regionale al turismo e non di quello ai lavori pubblici, come pure qualche sprovveduto continua a ripetere. Leonardo TRENTO ha quindi informato circa il COLLAUDO STATICO DELL’OPERA, AVVENUTO LO SCORSO 20 MAGGIO, replicando indirettamente ad indiscrezioni che attribuivano al presunto mancato collaudo il rinvio della inaugurazione ufficiale del porto al 13 Giugno decisa –ha ripetuto TRENTO- solo per evitare di dover interrompere una festa a causa del tempo incerto. Il candidato socialista ha poi spiegato l’importanza e l’utilità del regolamento di gestione del porto, licenziato in consiglio con i voti contrari dell’opposizione ed ha annunciato che quello di Cariati risulta il primo porto, assieme a Cetraro e Corigliano, per l’ammissione ai fondi FESP grazie ai quali sarà possibile realizzare anche il mercato ittico, i box per i pescatori, le isole ecologiche, l’impianto di illuminazione sul moto di sopraflutto e tanti altri servizi. Grazie a quel regolamento –ha concluso TRENTO- i pescatori non solo non pagheranno nulla ma fruiranno di tutti servizi e diritti garantiti ai diportisti che, invece, attraccando a Cariati, garantiranno anche 15-20 nuovi posti di lavoro nel Porto.

3 giu 2009

Mercoledì comizio sul lungomare di Cariati. Giovedì con l'on. Incarnato nei comuni del collegio provinciale

Proseguono con successo di presenze e consenso popolare le diverse iniziative elettorali del candidato socialista Leonardo TRENTO, presidente uscente del consiglio provinciale di Cosenza. Una platea di oltre 200 persone ieri, in tarda serata, ha atteso ed accolto il candidato in piazza a MANDATORICCIO dove TRENTO è intervenuto in un comizio assieme alla studentessa universitaria Giulia MAZZA ed al segretario cittadino del partito socialista Vincenzo VALENZANO.

Nella serata di oggi, MERCOLEDÌ 3 GIUGNO, dopo le diverse tappe, anche sotto la pioggia e con amici elettori e simpatizzanti con gli ombrelli in piazza fino all’ultimo, Leonardo TRENTO ritorna a Cariati, sul Lungomare. E’ previsto, infatti, un comizio alle Ore 19.30 al quale interverranno anche il presidente del consiglio comunale Cataldo MINÒ, Giorgio SCARPELLO ed il Sindaco Filippo SERO. L’appuntamento politico-elettorale di questa sera a Cariati sarà dedicato da TRENTO interamente all’argomento PORTO, l’importante e strategica opera pubblica di Cariati e del territorio, volano per il rilancio del turismo nell’intera zona, portata a termine, dopo 30 anni dal suo inizio, in soli 7 mesi per l’impegno convinto e senza soste dell’Amministrazione Comunale. L’inaugurazione della infrastruttura, turistica e commerciale, dotata adesso di ogni servizio e comfort, ed i cui lavori di ultimazione per oltre 4 milioni di euro sono giunti al termine, sarà inaugurata ufficialmente il prossimo SABATO 13 GIUGNO in una grande festa popolare che farà il paio con quella, svoltasi domenica 24 maggio, per l’inaugurazione e la consegna ai cittadini del nuovo Teatro comunale.

Gli appuntamenti elettorali di Leonardo TRENTO proseguiranno in tutti i comuni del collegio. Domani, GIOVEDÌ 4 GIUGNO, il candidato socialista farà tappa a Campana, alle Ore 17, in un comizio al quale interverranno anche il segretario cittadina Pasquale GENTILE e l’On. Luigi INCARNATO – Assessore Regionale ai Lavori Pubblici. A seguire, alle Ore 18.15, TRENTO raggiungerà Scala Coeli, dove interverrà assieme al segretario cittadino del partito socialista Carmine PALOPOLI e l’Assessore INCARNATO. Alle Ore 19.30 il tour socialista toccherà Terravecchia. Qui, oltre a TRENTO ed all’On. INCARNATO interverrà anche Pietro SANTORO. Infine, alle Ore 21, di nuovo tappa a Cariati, presso la sede elettorale del candidato socialista, nei pressi della Stazione Ferroviaria alla Marina, dove Leonardo TRENTO incontrerà e saluterà elettori e simpatizzanti.

Nell’ultimo affollato comizio di Lunedì scorso in Piazza Plebiscito, nel centro storico di Cariati, tra le altre cose TRENTO ha avuto modo di esprimere la propria soddisfazione per l’avvio dei lavori del palazzetto dello sport. A Cariati –ha precisato TRENTO- la provincia di Cosenza sta costruendo ben 2 palazzetti. Uno nell’area dell’IPSIA e l’altro nell’area del Liceo Scientifico. Pur conoscendo, benissimo, di chi sono i meriti anche di queste due importanti opere, qualcuno –ha continuato- ha trovato il coraggio di inventare con gli studenti una mia presunta contrarietà a quell’opera che, al contrario, porta la firma di Leonardo TRENTO –ha scandito. Si tratta di un’opera sportiva, l'unica che la Provincia ha finanziato con un mutuo, concesso non dal credito sportivo, così come il palazzetto dell'IPSIA o il campo sportivo in località Varco, ma soltanto con mutuo della cassa depositi e prestiti. A chi è in malafede ricordo soltanto che quell’opera è stata finanziata con un emendamento di Leonardo Trento. Solo così Cariati poteva avere quel palazzetto. Sull’argomento –ha concluso TRENTO- preferisco non aggiungere altro. Ma mi offre l’occasione, ancora una volta, per invitare tutti a votare con convinzione contro chi vuol far sprofondare nel passato Cariati e la stessa politica. Chiedo un voto per un futuro di idee e concretezza, di impegno per lo sviluppo di Cariati e del territorio.

30 mag 2009

Domenica 31 comizio in piazza Plebiscito nel centro storico di Cariati. Grande successo per il comizio di via Bari

Continuano gli appuntamenti elettorali del candidato socialista Leonardo TRENTO, presidente uscente del consiglio provinciale di Cosenza. La prossima tappa è nel centro storico di Cariati. Domani, DOMENICA 31 MAGGIO, alle Ore 19, in Piazza Plebiscito, oltre a TRENTO, interverranno anche Antonio CARUSO, Andrea FORTINO, Luigi FORCINITI ed il Sindaco di Cariati Filippo SERO.

La tappa di domani nel cuore del centro storico di Cariati fa seguito ai due partecipatissimi appuntamenti elettorali di apertura in Via Matteotti e, l’ultimo, Giovedì 28, a Via Bari, alla Marina.

In quest’ultimo comizio, affollatissimo (VEDI FOTO ALLEGATE) come la chiusura delle amministrative della coalizione AMIAMO CARIATI nel 2006, Leonardo TRENTO ha confermato la propria fiducia ed il grazie della comunità cariatese all’On. Luigi INCARNATO per l’attenzione destinata a Cariati ed al Presidente uscente Mario OLIVERIO che –è stato sottolineato- ha ben operato in tutta la provincia, è stato punto di riferimento per tanti territori e comuni, sopperendo anche ad una certa latitanza della Regione Calabria e che merita, quindi, di essere riconfermato alla guida della Provincia di Cosenza.

TRENTO ha poi detto di essere fiducioso sulla conferma di almeno tre consiglieri socialisti nel prossimo consiglio provinciale, uno dei quali sarà ancora una volta –ha scandito- rappresentante di Cariati e di questo territorio, per contare ancora di più nelle sedi sovra comunali e per far sì che la Provincia continui ad essere presente ed utile per le attese e le esigenze concrete dei cittadini di questa zona. Per queste ragioni ed alla luce dei risultati tangibili sotto gli occhi di tutti, frutto di un mandato e di un impegno vissuto con passione e spirito di servizio, Leonardo TRENTO ha quindi chiesto un voto convinto.

Del resto –ha continuato- seppur partita in sordina, la campagna elettorale in corso si sta dimostrando ogni giorno che passa di essere un vero e proprio trionfo rispetto ai nostri sforzi. Leggiamo senza mezze misure il consenso forte dei cariatesi e dei concittadini del territorio verso il progetto politico di cambiamento, nato qualche anno fa e che oggi vanta diversi e consistenti risultati evidenti e fruibili da tutti. Siamo certi –ha concluso TRENTO- che, al di là dei veleni e del vecchio modo di fare politica, con l’odio l’inganno e le offese personali, che qualcuno ancora si ostina a portare nelle case degli elettori, i cittadini hanno deciso chi e cosa votare, non avendo alcuna intenzione né di tornare indietro né soprattutto di sottrarre a Cariati ed al suo territorio una sicura rappresentanza nella Provincia di Cosenza, assieme alla riconferma del Presidente OLIVERIO.

Votare Leonardo TRENTO –è stato ribadito negli altri interventi del Vice Sindaco Cataldo PERRI, dell’Assessore Leonardo CELESTE e del Sindaco Filippo SERO- significa oggi votare per Cariati e dare forza, ancora per il futuro, a Cariati ed a tutti i comuni di questo territorio, nella consapevolezza che la sicura conferma di TRENTO nella prossima provincia di Cosenza consentirà di non interrompere un percorso politico ed amministrativo, fatto di sinergie importanti, di occasioni strategiche sapute cogliere, di tutela degli interessi delle comunità, in una parola di sviluppo del territorio.

28 mag 2009

Giovedì 28 appuntamento elettorale a Cariati

Provinciali 2009. Continuano gli incontri del candidato al Consiglio Provinciale Leonardo TRENTO. Domani, GIOVEDÌ 28 MAGGIO 2009, appuntamento con i cittadini del territorio a Cariati in via Bari.

Alle Ore 19.00 a Cariati pubblico comizio dei socialisti dove parteciperanno anche l’Assessore ai Lavori Pubblici Leonardo CELESTE, il Vicesindaco Cataldo PERRI ed il Sindaco Filippo SERO e lo stesso Leonardo TRENTO.

26 mag 2009

I Sindaci chiudano la 106 per protesta contro l'ANAS

Rispetto allo stato comatoso e vergognoso di una SS106 ionica sulla quale da anni non si vede alcuna sostanziale novità, nonostante richieste appelli morti e continue promesse non mantenute, è necessario adesso che i Sindaci ed i rappresentanti istituzionali di questo territorio assumano direttamente scelte più coraggiose per tutelare la sicurezza dei cittadini che hanno assistito, fino ad oggi, a ripetute prese in giro di quanti hanno avuto competenze specifiche su questo tratto di strada.

Una nuova stagione estiva è alle porte e, dopo l’ennesimo show di parole al quale abbiamo assistito nei mesi passati la realtà sotto i nostri occhi racconta di una mulattiera sulla quale nessun intervento di nessun tipo è stato posto in essere dall’ANAS, salvo –come è noto- tappare provvisoriamente le famose buche, divenute ormai la fotografia costante di una telenovela da terzo mondo. Le attese turistiche e commerciali dell’intera area e di quanti stanno investendo con consapevolezza nella imminente stagione estiva saranno inevitabilmente frustrate dalle condizioni incivili dell’unica arteria di collegamento tra la Calabria ionica ed il resto del mondo che ci presenta agli occhi dei tanti ospiti che questa estate arriveranno nel nostro territorio in maniera indecorosa rispetto a quelle che sono le potenzialità turistiche di tutta la zona.

INVITO I SINDACI A VALUTARE L'IPOTESI DI CHIUDERE LA SS106, IMMEDIATAMENTE, CON ORDINANZE SINDACALI!

Non solo provocatoriamente. Ogni Sindaco, emani nei prossimi giorni, congiuntamente e simultaneamente, diverse e rispettive ordinanze sindacali che impongano la chiusura della SS106, nei tratti urbani di propria competenza. I Sindaci hanno il dovere ed il potere di assumere questa scelta, forte, per porre fine quanto meno ad un silenzio assordante che, ciclicamente, dopo qualche bufera strumentale o qualche finta risposta estorta a chi di competenza, ritorna ad incombere su questa vergogna nazionale.

Perché la SS106 resta la più eloquente vergogna nazionale ed il più tangibile fallimento dell’unità nazionale, sulle cui diverse e consolidate responsabilità storiche di un’intera classe politica nazionale, è onestamente difficile fare delle distinzioni.

Rispetto a questo handicap ma soprattutto rispetto alla cappa di silenzio che pretenderebbe ammutolire quanti, ogni giorno, subiscono disagi e si vedono limitato il loro diritto alla mobilità, è improcrastinabile un’azione determinata e decisa dei primi cittadini di quest’area, con l’obiettivo di richiamare seriamente e non con le chiacchiere l’attenzione dell’ANAS e del Governo nazionale su questa situazione oltre ogni limite di sopportazione. OCCORRE A QUESTO PUNTO CREARE DISAGI SERI. Solo in questo modo, forse, riusciremo a spezzare l’omertà istituzionale e dell’ANAS su questo capitolo aperto e preoccupante della mancata integrazione italiana, figuriamoci europea.

25 mag 2009

Una festa straordinaria per l'inagurazione del Cinema Teatro di Cariati

“Benvenuti nel luogo dell’anima e delle emozioni. Oggi non si inaugura soltanto un edificio, una struttura urbanisticamente importante. Oggi si inaugura la nostra fabbrica dei sogni. Quello che era l’emblema dell’abbandono, dello spreco, della sciatteria, della miseria culturale del sud, quello che era insomma il brutto anatroccolo della nostra città è diventato un magnifico superbo cigno che porterà, sulle sue ali forti e bianche, le emozioni di un territorio e le speranze artistiche di tanti talenti della nostra terra. Questo è il Teatro di tutti i cariatesi. Sappiamo esserne degni. Amiamolo, rispettiamolo, trattiamolo come la chiesa della ragione e delle passioni”.

E’ iniziato così, all’interno del nuovo Cinema Teatro appena inaugurato e traboccante di presenze, l’intervento dell’Assessore alla Cultura Cataldo PERRI.

Prima dell’emozionante taglio del nastro, il Sindaco Filippo SERO, con la fascia tricolore, rivolgendosi alle diverse centinaia di cittadini giunti nel piazzale antistante la nuova struttura, ha sottolineato in particolare tre aspetti.

Da una parte l’importanza dell’opera, che è strategica per tutto il territorio.

Poi la lungimiranza ma anche la testardaggine che ha contraddistinto l’impegno tenace dell’Amministrazione per portare a termine i lavori.

Infine, il valore della continuità e della condivisione che questa nuova opera, oggi completata e finalmente a servizio delle attese culturali della cittadinanza, deve poter far riemergere, come autentico collante di una comunità unita.

Prima di iniziare, il Primo Cittadino ha chiamato al suo fianco, oltre ai membri della Giunta ed ai consiglieri comunali, anche tutti gli ex Sindaci di Cariati, per condividere –ha detto- un risultato storico e straordinario unitario e del quale sono beneficiari tutti i cariatesi.

Oltre al Presidente del Consiglio Provinciale di Cosenza, Leonardo TRENTO, il cui personale impegno per l’ultimazione dell’opera è stato unanimemente riconosciuto, erano presenti numerosi sindaci del basso ionio, del crotonese e della Sila Greca, gli ex Sindaci di Cariati Serafino TRENTO e Damiano MONTESANTO, tutte le forze dell’ordine con in prima fila il Maggiore Vittorio BARTEMUCCI della Compagnia Carabinieri di Rossano, le associazioni di Cariati e della sibaritide, simbolicamente guidate dal Direttore dell’Università Popolare di Rossano, Prof. Giovanni SAPIA.

Ma c’era anche il manager Roberto IACOBINO, il Direttore dell’evento regionale itinerante “Castellaria” Antonio PANZARELLA, il Presidente del Consorzio Teatri Calabresi Associati Domenico PANTANO, il poeta Rocco TALIANO GRASSO che, proprio domani sera, MARTEDÌ 26, inaugura con “DON CHISCIOTTE, IL CAVALIERE DELL’IRRAGGIUNGIBILE STELLA” la stagione delle rappresentazioni teatrali nella nuova opera e tanti altri ospiti e personalità i cui contributi, culturali ed artistici all’evento, coordinati dalla Giornalista e Scrittrice Assunta SCORPINITI, saranno comunicati nei prossimi giorni.

In esordio, l’Inno di Mameli eseguito dalla Banda Musicale “Città di Cariati”. Il taglio del nastro è stato preceduto dalla benedizione dell’opera da parte di Don Mosè CARIATI.

Il bel Cinema Teatro è stato, quindi, simbolicamente aperto e consegnato ai cariatesi che progressivamente hanno occupato ogni posto disponibile, affollando corridori, atri ed ogni spazio. Un’invasione pacifica, un fiume di persone in festa che, soddisfatte ed emozionate, hanno simbolicamente preso possesso di un’opera che appartiene ad ogni cariatese.

Una partecipazione massiccia che ha rappresentato anche la testimonianza più eloquente di quanto e di come, risultati così importanti ed utili alla comunità debbano essere vissuti in unità e senso di appartenenza civile e ideale.

Al termine della lunga e bella serata, nella quale si sono esibiti numerosi artisti e talenti cariatesi e regionali, e nella quale sono intervenuti tantissimi ospiti ed artisti, il Sindaco Filippo SERO, salito sul palco assieme alla Giunta ed ai consiglieri, è stato coinvolto a ballare la celebre Tarantella di Cariati.
Un “ex voto laico” -ha ironicamente chiosato Cataldo PERRI, alla battente- per dire grazie ed auguri a tutti.

19 mag 2009

Un fiume di persone all'apertura della campagna elettorale a Cariati

Un fiume di persone, amici simpatizzanti e cittadini di tutto il territorio del collegio, ha sancito, domenica scorsa, in una traboccante Via Matteotti, il successo dell’apertura della campagna elettorale del Presidente del Consiglio Provinciale Leonardo TRENTO, candidato socialista per il rinnovo del Consiglio Provinciale.

Assieme a TRENTO, sul palco, sono intervenuti anche il Sindaco di Cariati Filippo SERO, Pietro SANTORO Segretario PS di Terravecchia, Carmine PALOPOLI in rappresentanza dei socialisti di Scala Coeli e Vincenzo VALENZANO per il PS di Mandatoriccio. Esordendo, TRENTO ha salutato e ringraziato tutti i cittadini del collegio presenti al comizio d’apertura, da Campana a Pietrapaola. Noto ormai nel territorio e nell’intera Calabria per l’impegno e l’attenzione destinati al basso ionio e, soprattutto, per la capacità di portare a soluzione problemi e questioni infrastrutturali aperte da decenni, TRENTO non ha usato mezze parole nel riconoscere di aver lavorato bene, così come bene –ha scandito- ha lavorato lo stesso Presidente della Provincia On. Mario OLIVERIO.
“Abbiamo riportato il nome di Cariati –ha scandito TRENTO- nella provincia di Cosenza ed abbiamo riportato la provincia di Cosenza a Cariati. Tanti cittadini non sapevano cosa fosse la Regione e la Provincia. Avevano perso gli indirizzi di questi enti. Non c’erano più investimenti in questa area. E da quelle parti –ha detto- si erano dimenticati che c’erano cittadini con diritto di voto. Nei nostri paesi i nostri voti servivano ad arricchire altri territori ed altri personaggi. Crediamo di aver rappresentato bene Cariati e tutti gli altri paesi del collegio e di averlo fatto –ha aggiunto- con sacrificio ed a tempo pieno. Mi scuso anzi se la mia presenza non è stata costante. Ma dopo la mia elezione, ho fatto una scelta: andare ogni giorno a Cosenza ed a Catanzaro per portare risultati concreti. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Sono contento di continuare ad essere candidato sotto questa bandiera e sotto il nome di questo partito. Sarebbe stato facile –ha spiegato- cambiare e cedere agli inviti ricevuti da altri partiti, più forti e consistenti. Tuttavia, ho fatto una promessa: quella di fare politica sempre e solo da socialista e di onorare quella che è la tradizione che mi ha caricato di grandi responsabilità ma che mi ha permesso di trovare le porte aperte ovunque. Non mi sono mai mosso per interessi personali. Sono stati 5 anni straordinari. Leggo sui giornali –ha aggiunto- di gente che parla dei problemi del territorio ma che, spesso, non conosce neanche dove si trovano quelle zone di cui parlano. I provvedimenti che la Provincia di Cosenza ha fatto sulla viabilità, sono di evidenza pubblica anche se qualcuno si ostina a non volerli vedere”. – Leonardo TRENTO ha poi posto l’accento sulle prossime importanti inaugurazioni che interesseranno Cariati. Opere strategiche, per Cariati e per l’intero bacino. A cominciare dal Cinema Teatro, completato dall’attuale Amministrazione dopo 24 anni. “Ho visto quell’opera da bambino. Oggi, l’abbiamo completata. All’ultimazione dei lavori –ha confessato- mi sono commosso”. Il Presidente del Consiglio Provinciale ha quindi invitato tutti a prendere parte, DOMENICA 24, ALLE ORE 18.30, alla grande festa di inaugurazione dell’opera, alla quale ha confermato la sua presenza –oltre a numerosissimi sindaci ed autorità civili miliari e politiche della Calabria- anche il Presidente della Giunta Regionale On. Agazio LOIERO. Ma si è fatto riferimento anche ad altre opere, terminate e presto inaugurate come il Campo di Calcio in Località Varco e, soprattutto, il Porto di Cariati. – TRENTO ha poi parlato dello straordinario risultato della Bandiera Blu 2009 –unica nella provincia di Cosenza- destinato a collocare Cariati al centro dei flussi turistici internazionali. “Mentre in Germania, nei giorni scorsi, in una importante cerimonia pubblica, il deputato e Sindaco di Fellbach PALM si complimentava con la delegazione cariatese presente per l’eccellente risultato conquistato qui a Cariati –ha chiosato TRENTO- qualche consigliere d’opposizione s’inventava l’ennesima favola, questa volta quella dell’acquisto della Bandiera Blu, accusandoci addirittura di averla comprata. Siamo –ha detto- alla follia”.In conclusione del suo intervento Trento ha inviato un augurio a tutti gli altri candidati del collegio provinciale invitandoli ad una campagna elettorale incentrata sul confronto sui programmi e le cose da fare e non sullo scontro personale.

Prima Parte del Comizio



Sexonda Parte del comizio

14 mag 2009

Apertura della Campagna elettorale per le elezioni provinciali

Domenica 17 maggio 2009 alle ore 18:30 a Cariati Via G. Matteotti il Partito Socialista aprirà la campagna elettorale per le elezioni provinciali 2009. Insieme al candidato Leonardo Trento, presidente uscente del consiglio provinciale di Cosenza, ci saranno tutti i segretari delle sezioni del collegio provinciale che comprende i comuni di Cariati, Campana, Mandatoriccio, Pietrapaola, Scala Coeli e Terravecchia. Alla manifestazione partepirà anche il segretario di zona Enzo Oliverio e sindaci e amministratori del territorio.

12 mag 2009

La politica del fare e dei risultati: 400 mila euro per il restauro di Palazzo Chiriaci

400 Mila Euro per il recupero architettonico del prestigioso e storico Palazzo CHIRIACI nel Centro Storico, su Corso XX Settembre. Presso il Centro Servizi Avanzati di Lamezia Terme, nella mattinata odierna, è stata firmata, infatti, la relativa convenzione per l’avvio di questo ulteriore investimento e progetto di riqualificazione destinato alla parte antica di Cariati. A perfezionare e ad accelerare l’iter, attraverso la sigla dell’importante convenzione, c’era stamani a Lamezia, Leonardo TRENTO, a ciò delegato dal Sindaco. 

Il bando in questione è quello regionale per la il recupero e la riqualificazione dei centri storici calabresi al quale, come è noto, Cariati aveva partecipato, come comune capofila, assieme ad altri del territorio ionico e montano. Entro sessanta giorni dovrà essere redatto il progetto esecutivo. Entro settembre la gara d’appalto. Un altro obiettivo dichiarato e raggiunto. Un altro fatto dell’Esecutivo guidato da Filippo SERO. 

“Continua l’attenzione di questa Amministrazione –esordisce Leonardo TRENTO- rispetto alle attese ed alle ambizioni della nostra comunità, in particolare del suo centro storico, oggetto di un nuovo intervento finalizzato a riqualificarlo, per farlo rivivere e per continuare a farlo diventare, in ogni via vicolo e rione, una autentica bomboniera; vivibile anzi tutto per i residenti e poi meta originale per i turisti. Da un punto di vista politico –aggiunge TRENTO- ancora una volta si dimostra, nei fatti, la eloquente capacità di questa squadra amministrativa, di individuare utili fonti di finanziamento; poi di saper muoversi nei tempi e nei modi giusti per intercettare quegli individuati fondi extra-bilancio e, infine, di spendersi in ogni direzione e senza lesinare energie per ridurre al minimo i tempi burocratici per arrivare all’obiettivo dichiarato. Questa rimane per tutti noi la politica del fare. Quella politica –sottolinea TRENTO- che non ama attardarsi nelle polemiche sterili e nei giri di parole ma che sa rimboccarsi le maniche, sempre, ogni giorno, macinando chilometri ed imboccando ogni direzione pur di essere presente protagonista ed efficace nelle sedi dove vengono assunte le scelte più importanti a livello provinciale e regionale. Cariati è ritornata ad essere protagonista del proprio presente e del proprio futuro. Del resto –continua TRENTO- è proprio questa l’idea di amministrazione della cosa pubblica che ci appartiene e che sappiamo di condividere con la maggioranza dei cariatesi e dei concittadini del territorio. Fare, insomma, e non parlare a vuoto o del nulla. Dare numeri e dati alla mano, per finanziamenti ottenuti o aprire cantieri ed inaugurare opere pubbliche rimaste ferme per decenni, invece di promettere o gridare al lupo al lupo. Noi socialisti –conclude il Presidente del Consiglio Provinciale di Cosenza- preferiamo questo metodo”.

Incontro al Porto: ennessima dimostrazione di una certa stampa cariatese corrotta e di parte

Che fine hanno fatto i giornalisti? Dove sono finiti quei corrispondenti, tanto solerti che, in occasione del maltempo di qualche mese a fa, non persero tempo nel recarsi al Porto per fomentare i pescatori, per ingigantire e strumentalizzare i presunti ingenti danni arrecati dal cantiere del Porto? Dove sono andati a finire quei commentatori che, fino a non molto tempo fa, si inventavano di sana pianta il presunto abbandono dei pescatori da parte degli attuali amministratori?

Noi non lo sappiamo o, forse, preferiamo non mettere troppo il dito nella piaga, evidente ormai a tutti, di certa stampa locale spesso incline ad atteggiamenti di parte, ostruzionistici quando non di vera e propria censura. Una cosa è certa e rimarrà, anch’essa, bene in mente a tanti cittadini. Lo scorso Venerdì 8 Maggio, nell’area portuale, a confrontarsi sul futuro commerciale e peschereccio del Porto, ormai giunto alla sua ultimazione definitiva, i pescatori c’erano, e come se c’erano. MANCAVANO INVECE I GIORNALISTI. Solo loro. Questa, purtroppo, è la verità. Anzi, questo è lo scandalo. Questa è la situazione, asfittica, di una gestione a dir poco personale, per non dire altro, di parte dell’informazione giornalistica a Cariati, anzi di qualcuno che piega il diritto di cronaca al calcolo dei propri interessi personali ed alle proprie antipatie e simpatie del momento. Ciò è vergognoso!

Da una parte, si è sempre e puntualmente presenti sul pettegolezzo, sul “si dice”, sulle accuse strumentali di questo o di quel consigliere di opposizione che, privo di argomenti si limita a sparare nel mucchio senza dire nulla. Dall’altra, però, si è sistematicamente assenti sulle grandi novità che stanno rivoluzionando il presente ed il futuro, l’immagine e la capacità ricettiva della nostra cittadina, a partire dalla conquista storica della BANDIERA BLU, unica nella provincia di Cosenza. Cariati sta ritornando ad essere punto di riferimento del territorio. Ovunque ci si giri, attorno, il territorio cariatese è un cantiere aperto. Dall’ultimazione storica dei lavori del Cinema Teatro alla conclusione anch’essa storica dei lavori del Porto, passando per il miglioramento infrastrutturale e viario interno o per la realizzazione di nuove utili ed importanti opere pubbliche a servizio dei giovani e dell’intera comunità etc., l’efficienza amministrativa di questa coalizione sta producendo risultati straordinari che vengono però quotidianamente sottovalutati, per dichiarata partigianeria, da quanti abusano e si servono del loro ruolo per tentare invano di danneggiare una parte politica, quasi sempre –per ragioni tristemente ovvie- con totale assenza di lucidità.
L’evidenza resta tuttavia difficile da cancellare. I FATTI RESTANO. E, seppur con rammarico rispetto a quanti stanno continuando ad inquinare quello che dovrebbe essere un corretto rapporto informazione-cittadini, sottolineiamo la nostra soddisfazione per l’ottima riuscita dell’iniziativa organizzata al Porto dal Comune di Cariati d’intesa con la Provincia di Cosenza. Ancora una volta, infatti, oltre ad essere stato un momento proficuo di confronto e di dibattito in mezzo alla gente, così come noi socialisti siamo abituati a fare, il riuscito appuntamento di Venerdì scorso ha rappresentato una preziosa occasione in più per ascoltare, direttamente dai pescatori, esigenze e richieste per costruire assieme, anche e soprattutto in vista della partecipazione del Comune di Cariati ai bandi in uscita connessi alla programmazione comunitaria 2007-2013, un progetto condiviso di rilancio turistico e commerciale di questa importante infrastruttura non solo di Cariati ma di tutto il territorio.

7 mag 2009

Domani a Cariati Provincia e Comune discutono con gli operatori del futuro commerciale del Porto

Dalle potenzialità turistiche a quelle commerciali e strettamente legate all’attività dei pescatori di Cariati. L’attenzione dell’Esecutivo guidato da Filippo SERO, come ribadito in diverse occasioni, guarda e lavora con analogo impegno su entrambe le straordinarie opportunità connesse alla ultimazione, storica, del Porto.

E’ proprio per confrontarsi su questo preciso argomento, ovvero sulle chance commerciali e connesse alla specifica attività degli operatori del mare, che è stato organizzato, per la giornata di domani, VENERDÌ 8 MAGGIO, ALLE ORE 18.30, presso la stessa area portuale di Cariati, un importante ed utile momento di confronto sulle diverse vie percorribili, utilizzando a meglio quella parte dei fondi europei 2007-2013 destinati proprio all’aspetto commerciale e relativo alla pesca delle infrastrutture portuali.

L’iniziativa di domani, organizzata in sinergia tra l’Amministrazione Comunale cittadina e l’Amministrazione Provinciale di Cosenza servirà soprattutto ad offrire utilissimi elementi di approfondimento rispetto ai diversi bandi in uscita, per l’utilizzo mirato delle ingenti risorse messe a disposizione, per questo complessivo settore, dall’Unione Europea.

Sono previsti gli interventi del Sindaco Filippo SERO, del delegato per l’Amministrazione ai problemi della pesca il consigliere comunale Leonardo MONTESANTO, il Presidente del Consiglio Provinciale Leonardo TRENTO e l’Assessore Provinciale alla Pesca Pietro MARI.

Nel corso del confronto e del dibattito interverranno inoltre diversi tecnici ed esperti nelle diverse materie oggetto dell’incontro e dell’approfondimento pubblico.

“Così come avevamo chiaramente garantito ai cariatesi ed al territorio –dichiara Leonardo TRENTO Presidente del Consiglio Provinciale- ci muoviamo lungo una strada coerente e di impegno concreto che, dall’attenzione sulle occasioni turistiche connesse alla realizzazione di questa opera strategica per il basso ionio portano, direttamente ed inevitabilmente, alla all’altra oggettiva vocazione del Porto di Cariati: quella commerciale e peschereccia. Con l’incontro di domani –continua- il primo di una lunga serie, dimostriamo ancora una volta, nei fatti e non a parole, che il coinvolgimento consapevole e reale dei cittadini, in questo caso dei pescatori di Cariati, era è e rimane la bussola della nostra azione politica e –conclude TRENTO- della nostra capacità di programmazione amministrativa, nel breve, nel medio e nel lungo termine”.

6 mag 2009

Bandiera Blu a Cariati: premiato impegno Ammnistrazione comunale

Esprimo la mia più viva soddisfazione per il risultato straorinario ed importante conseguito dalla Città di Cariati nel suo complesso, tanto dagli amministratori quanto dalla sua comunità. La conquista del prestigiosissimo riconoscimento della Bandiera Blu 2009 rappresenta senza ombra di dubbio un momento di vanto e di orgoglio che i cariatesi intendono condividere con tutto il territorio.

Con quella assegnata alla marina di Cariati la Calabria conquista la sua quarta Bandiera Blu.

Ciò è ancor di più motivo di compiacimento per la lungimiranza con la quale sono state avviate e perseguite le diverse azioni politiche ed amministrative di questi ultimi anni a tutela, salvaguardia e promozione tanto dell’ambiente quanto del turismo.

Proprio in queste ore, ci stanno giungendo, soprattutto via Internet, e sui vari siti che hanno già dato la bellissima notizia, diverse attestazioni di stima, compiacimento e congratulazioni per questo che è un risultato destinato a premiare tutti ma soprattutto quanti hanno creduto e continuano ancor di più ad immaginare e lavorare perché Cariati e tutto l’hinterland possano aspirare ad un decollo diverso, fondato sul rilancio del turismo sostenibile.
Quel del binomio turismo e ambiente, valore aggiunto della sana imprenditoria turistica, è del resto una sfida che abbiamo ingaggiato sin dall’inizio del nostro impegno, in mezzo alla gente e nelle istituzioni. Ecco perché, come in tanti ci stanno scrivendo e sui siti e sui blog, questo risultato della Bandiera Blu 2009, l’unica nella provincia di Cosenza, deve rappresentare e rappresenterà soltanto il punto di inizio per un’azione ed un impegno a 360 gradi che continuerà e si intensificherà, con l’obiettivo del rilancio turistico di Cariati e del basso ionio cosentino.

A Cariati assegnata la Bandiera Blu 2009



CARIATI DIVENTA BANDIERA BLU 2009. Si tratta di un risultato straordinario ed importante. Quella riconosciuta stamani a Cariati è la quarta bandiera blu per la Calabria. Ciò che fa ancora più onore è che si tratta dell'unica bandiera della Provincia di Cosenza. Insomma un autentico successo: grazie alla new-entry di Cariati, la Calabria sale, infatti, in classifica nazionale, passando da 3 bandiere blu (che sono riconferme) a ben 4.

A ricevere la comunicazione ufficiale dalla FEE (Fondazione per l’Educazione Ambientale), stamani, a Roma, c’erano il Sindaco Filippo SERO, il Presidente del Consiglio Provinciale di Cosenza Leonardo TRENTO, il Presidente dell’Associazione "Vivi il Centro Storico" Sergio SALVATI curatore, a titolo gratuito e volontario, assieme al responsabile del procedimento e referente Antonio DELL'ANNO, della richiesta di Bandiera Blu 2009.

Con il riconoscimento conquistato da Cariati, dunque, la Calabria è la seconda regione assieme al Lazio a salire in classifica per la conquista di una nuova bandiera blu rispetto al 2008.

In totale, per la prossima estate 2009, sono 227 le spiagge big dove sventoleranno le Bandiere Blu, 12 in più rispetto allo scorso anno e il 10% delle spiagge premiate a livello internazionale. 113 località rivierasche coinvolte (9 in più) nella mappa del mare italiano doc.
La Bandiera Blu premia le località con acque di balneazione eccellenti e nelle quali le Amministrazioni si sono impegnate a migliorare lo stato dell'ambiente, promuovendo un turismo sostenibile.

3 mag 2009

Leonardo Trento è il Candidato del Partito Socialista per le elezioni provinciali nel collegio di Cariati

Sarà l’uscente Leonardo TRENTO il candidato socialista al consiglio provinciale di Cosenza nel collegio di Cariati. È quanto ha deciso, alla unanimità, l’assemblea, riunitasi nei giorni scorsi a Cariati, di tutti i rappresentanti della zona del basso ionio cosentino.

Erano presenti all’affollatissimo incontro politico i segretari e gli iscritti del partito di diversi centri della zona. Oltre agli iscritti ed al segretario del partito socialista di Cariati, erano presenti anche
Vincenzo VALENZANO Segretario di Mandatoriccio, Pietro SANTORO Segretario del partito a Terravecchia insieme agli assessori comunali Immacolata RICCA e Antonio LETTIERI, Carmine PALOPOLI Segretario del partito a Scala Coeli, Pasquale GENTILE Segretario di Campana e alcuni rappresentanti di Pietrapaola, Caloveto, di Mirto e di Rossano.

Al dibattito, moderato da Cataldo MINÒ, sono intervenuti Domenico FORMARO Presidente del partito a Cariati e con oltre 50 anni di militanza socialista alle spalle, il Sindaco di Cariati Filippo SERO, il vice Sindaco di Mandatoriccio Vincenzo VALENZANO, Pietro SANTORO e Giovanni VITALE già Assessore della Comunità Montana “Sila Greca”.

Unanime è stato il giudizio positivo di tutti i rappresentanti socialisti della zona sull’importanza del lavoro svolto dall’uscente consigliere TRENTO sul territorio, in mezzo alla gente e direttamente sui problemi concreti di tutto il territorio del collegio, comune per comune.

È stata ribadita e sottolineata da tutti la grande capacità di ascolto dimostrata da Leonardo TRENTO rispetto alle attese delle diverse comunità locali, unitamente ad una capacità di affrontare le questioni e di risolvere i problemi, nei fatti e non a parole.

Leonardo TRENTO è stato ripetuto a più riprese dai rappresentanti socialisti dell’intero territorio e condiviso dall’assemblea- si è dimostrato punto di riferimento importante per tutte le amministrazioni comunali di questa zona, essendosi impegnato affinchè queste ultime, e ovviamente le popolazioni amministrate, ottenessero grandi e storici risultati.

Procedono celermente i lavori di riscostruzione della spiaggia a San Paolo

Erosione costiera nelle Zone San Paolo e San Pietro. Procedono celermente i tanto attesi lavori di ricostruzione della spiaggia e di protezione dell’abitato e della costa del persistente fenomeno erosivo che in particolar modo nel 2008 ha provocato maggiori danni. Nella giornata di oggi è stato completato il primo dei cinque nuovi pennelli a mare di lunghezza pari a 140 metri ed un secondo pennello è in fase d’arrivo.

L’Amministrazione Comunale conta di completare l’opera entro l’avvio della stagione estiva per diminuire al minimo disagi a cittadini e turisti.

Soddisfazione hanno espresso sia il Sindaco della Città di Cariati Filippo SERO che il Presidente del Consiglio Provinciale di Cosenza Leonardo TRENTO che nel pomeriggio di oggi hanno brindato insieme a residenti e turisti per questo importante risultato.

"Questa opera - ha detto il Presidente Trento - ci consente di mettere in sicurezza dalla furia del mare un chilometro e mezzo di costa e di rendere nuovamente fruibile a cittadini e residenti tutto un lungo tratto di spiaggia che da molti anni non era più agibile. Ringrazio l'impresa esecutrice dei lavori per il grande impegno di mezzi e di uomini che sta consentendo di anticipare tutti i tempi previsti per il completamento dell'opera e che ci lascia ben sperare per un completamento per l'imminente stagione estiva. Dopo le innumerevoli polemiche da parte dei soliti protagonisti del nulla oggi con questa ulteriore opera viene confermato il grande lavoro in favore del nostro comune da parte di questa amministrazione comunale. Tutto questo trova conferma negli apprezzamenti dei numerosi turisti che sono in vacanza in questi giorni a Cariati e che danno atto che questo comune sta cambiando e sta recuperando poco a poco tutto quel ritardo che i professioni del nulla gli avevano fatto accumulare negli anni passati".

24 apr 2009

A Cariati presto un palazzetto di uffici provinciali



Un Palazzetto della Provincia per offrire a tutto il territorio nuovi servizi quali la Polizia Provinciale, uffici agricoli e turistici. È quanto ha annunciato il Presidente del Consiglio Provinciale Leonardo TRENTO, intervenendo ieri in occasione dell’inaugurazione del nuovo ULC, l’ufficio locale coordinato di Cariati di Via Stefano Patrizi, alla marina.

Torna a Cariati, dopo circa 10 anni, per volere dell’Amministrazione Provinciale, l’Ufficio del Lavoro. “Nel nostro territorio –ha dichiarato il Sindaco Filippo SERO - non succede così spesso che un servizio venga riattivato. Siamo abituati, piuttosto, al fenomeno contrario. Si ringrazia l’Amministrazione Provinciale non soltanto per questo momento che consente di registrare positivamente un servizio che si riattiva, ma per tutto quello che in questi anni di amministrazione ha fatto per questo territorio. Si sente spesso dire che Cosenza è lontana da Cariati e dal Basso Jonio Cosentino. Senz’altro da un punto di vista geografico, ma non dal punto di vista delle attenzioni”.

Consentire ai residenti in zone disagiate e dislocate su un territorio molto vasto e spesso montano di usufruire adeguatamente dei servizi senza soffrire notevoli disagi logistici. È questa – ha precisato il Dott. Antonio CERENZIA Responsabile del Centro per l’Impiego di Rossano- la finalità principale dell’istituzione a Cariati dell’ULC.

La sede di Cariati ha competenza territoriale su 6 comuni del basso jonio cosentino (Cariati, Mandatoriccio, Campana, Pietrapaola, Terravecchia e Scala Coeli). 17 Mila e 4 unità di popolazione residente, circa 11 mila di popolazione in età di lavoro, 3300 unità di popolazione giovanile. Sono questi i numeri della rivelazione statistica, alla data del 31.12.2008, che rafforzano la scelta di voler istituire una struttura provinciale dislocata nel territorio in grado di dare risposte immediate ma soprattutto di offrire agli utenti e alle aziende ricadenti nel territorio dell’ULC di Cariati gli stessi servizi che vengono erogati dal Centro per l’Impiego di Rossano attraverso apposito coordinamento.

La sede di Cariati è una struttura moderna, realizzata con tecniche adeguate con servizi informatizzati sia per il personale dipendente formato con corsi specifici sia per l’utenza che può usufruire di nuovi servizi e di postazioni informatiche per auto consultazione sussidi specifici del mercato del lavoro.

Disabili, giovani, immigrati, donne, lavoratori licenziati. Sono queste le fasce deboli che troveranno nella nuova sede dell’Ufficio Locale Coordinato di Cariati, informazione, consulenza, orientamento, sostegno e guida. È quanto ha dichiarato l’Assessore Provinciale al Mercato del Lavoro Donatella LAUDADIO. “I risultati per un territorio – ha detto l’Assessore- si raccolgono quando c’è sinergia tra le istituzioni. E sicuramente tra la Provincia di Cosenza ed il Comune di Cariati c’è stata in questi anni una forte sinergia per altro cementata da un catalizzatore importante rappresentato dal già consigliere Provinciale Leonardo TRENTO, oggi Presidente del Consiglio. Altro che assenza o lontananza dalla Provincia: Cariati ha la massima rappresentanza, in seno alla Provincia di Cosenza, dopo il Presidente OLIVERIO. Possiamo dire anzi che Cariati è la più vicina al cuore della Provincia. Oggi inauguriamo un servizio che va in controtendenza. Mentre nel Mezzogiorno si smantellano i servizi costringendo i Comuni allo spopolamento, la Provincia di Cosenza sta attuando un processo inverso: stiamo riportando nei comuni, ben 12, ULC”.
Il Blog di Leonardo Trento © Tutti i Diritti riservati - 2020. Powered by Blogger.