10 ott 2009

Grande soddisfazione per l'interruzione del progetto per la costruzione di un termovalizzatore a Scala Coeli

Il termovalorizzatore a Scala Coeli non si farà. Quanto comunicato nei giorni scorsi a Leonardo TRENTO ed al Sindaco Mario SALVATO, nel corso di un incontro tenutosi a Cosenza, nella sede della Provincia, dall'Assessore Regionale Silvio GRECO, ha trovato positiva conferma anche nelle ultime dichiarazioni rilasciate dal Commissario Straordinario Goffredo SOTTILE. L'ipotesi termovalizzatore è ormai soltanto un brutto sogno o, se si preferisce, una brutta avventura. Soddisfatto l’Assessore Provinciale all’Urbanistica e Governo del Territorio Leonardo TRENTO.

Il Commissario per l’Emergenza Ambientale Calabria Goffredo SOTTILE, intervistato dal giornalista Carlo CIANETTI, nell’ambito di un’inchiesta di Rai News 24 sui rifiuti in Calabria, andata in onda nei giorni scorsi e disponibile on-line ha testualmente dichiarato: <>.

E’ previsto, intanto, per LUNEDÌ 11 OTTOBRE, ALLE ORE 16.30, A SCALA COELI, un incontro tra il coordinamento dei sindaci impegnati su più fronti per condivise battaglie di civiltà e progresso, insieme allo stesso Assessore TRENTO e l’Assessore Regionale all’Ambiente Silvio GRECO. Sono stati anche invitati i rappresentanti dei comitati cittadini e le associazioni nati a seguito della paventata ipotesi termovalorizzatore.

Svanisce, dunque, il progetto di ubicare nel territorio Pieditorto di Scala Coeli, un mega termovalorizzatore che sarebbe stato destinato –secondo il variegato compatto e numeroso fronte del No- a mutare definitivamente lo stato, la fruibilità, l’autenticità, la genuinità di produzione agricola così come la stessa capacità di attrazione turistica e culturale, non soltanto ovviamente di Scala Coeli, ma dell’intero basso ionio cosentino. – E’ da questa constatazione, del resto, che è scaturita l’utile, grande ed a questo punto efficace mobilitazione dei Sindaci del territorio, coordinati da Filippo SERO, Primo Cittadino di Cariati, la più grande comunità del territorio di riferimento. – Una sinergia istituzionale, sobria ma allo stesso tempo forte e non incline né a isterismi né ad estremismi strumentali, che è riuscita a bloccare –così come lo stesso SOTTILE chiaramente conferma nell’intervista a Rai News 24- che un progetto così complesso e contrastante con la vocazione territoriale, potesse essere calato sulla testa dei cittadini, della loro salute e delle loro legittime aspettative e speranze. Esprime soddisfazione, per il risultato raggiunto grazie all’impegno ed all’efficace e coordinata azione delle rappresentanze istituzionali del territorio, l’Assessore Provinciale all’Urbanistica e Governo de Territorio Leonardo TRENTO. Il quale sottolinea come, ancora una volta, il ragionamento pacato e la ricercata condivisione su minimali obiettivi comuni rappresenti la vera via da percorrere, insieme, per uno sviluppo omogeneo di tutto il territorio di riferimento.

“L’essere riusciti a stoppare quel progetto –dice TRENTO- con la grande e qualificata attenzione istituzionale del territorio testimonia –qualora ve ne fosse mai stato bisogno- che sulla salute e sul progresso sostenibile non è consentito a nessuno erigere contrapposizioni ed altrettante polemiche sterili e strumentali. Colgo l’occasione –conclude TRENTO- per esprimere un ringraziamento sincero nei confronti dell’Assessore Regionale GRECO, per l’impegno, la sensibilità e l’attenzione dimostrate. A GRECO, nei prossimi mesi, sottoporremo come territorio un progetto complessivo di recupero e valorizzazione dei rifiuti, al quale insieme ai sindaci stiamo già lavorando, con la costruzione di un microambito territoriale ottimale.”
Il Blog di Leonardo Trento © Tutti i Diritti riservati - 2020. Powered by Blogger.