31 mar 2008

Viabilità: in arrivo 6 mln di euro dalla Provincia di Cosenza. "Miglioriamo il diritto alla mobilità dei cittadini di questa area"


5 Milioni di Euro per la ex Strada SS 108 Ter Cariati-Campana, oggi Strada Provinciale 260. 1 milione di Euro per la ex SS 383 che collega la Strada Statale 106 a Mandatoriccio. Ammonta, in totale, a 6 milioni Euro, a fronte dei 150 milioni stanziati dal Governo Prodi per il miglioramento della viabilità provinciale nei prossimi tre anni, la disponibilità di fondi che l’Amministrazione Provinciale ha destinato alla sistemazione delle strade provinciali del basso ionio cosentino.

Questi fondi si aggiungono agli altri 3,5 milioni già stanziati dalla Provincia di Cosenza per la sistemazione e l’ammodernamento della viabilità dei quali già si iniziano a vedere i primi significativi risultati (Variante 108 Ter abitato Cariati: 750.000 Euro, in fase di ultimazione; eliminazione doppia curva Mandatoriccio: 250.000 Euro, in fase di ultimazione; provincializzazione strada comunale San Morello/Scala Coeli: 500.000 Euro previsti dal Bilancio Provinciale 2008; 108 Ter Campana Casello Montagna: 500.000 Euro previsti dal Bilancio Provinciale 2008; Strada Provinciale Pietrapaola: 300.000 Euro già spesi più altri 300.000 previsti nel Bilancio 2008; e poi altri lavori di bitumazione e manutenzione ordinaria e straordinaria: somme varie già spese per un importo parti a circa 700.000 Euro).

“Il miglioramento complessivo della rete infrastrutturale e dei servizi di accesso e viabilità di tutti i comuni del basso ionio –dichiara il Consigliere Provinciale Leonardo TRENTO- è stata e continua ad essere preoccupazione prioritaria, mia personale e del Gruppo Socialista in Consiglio Provinciale. Ho ritenuto di non dover lesinare sforzi, impegnandomi in prima persona, ogni giorno, perché potessero essere raggiunti quei risultati ai quali i concittadini di questo territorio ambiscono da decenni e dei quali, oggi, potranno finalmente usufruire. Salvaguardare i territori montani e ridurre, progressivamente, i gap che di fatto hanno azzerato tante occasioni di sviluppo e di crescita di questa zona ionica e della Sila Greca –continua TRENTO, Candidato alla Camera dei Deputati- può e deve essere considerato, ancora per il futuro, l’impegno principale di quanti aspirano a rappresentare esigenze ed attese di un territorio che ha ancora, tutte ed intatte, le proprie carte da giocare nella sfida turistico-culturale ed imprenditoriale regionale nazionale ed europea. Il diritto alla mobilità di quanti vivono lavorano e soggiornano nella Sila Greca –conclude TRENTO, Capogruppo PS in Consiglio Provinciale- sarà più pieno e garantito di prima”.

Intanto, domani, MARTEDÌ 1 APRILE, gli Ingegneri dell’Ufficio Progettazione della Provincia di Cosenza, AIELLO e LEPIANE, si recheranno nei territori interessati dagli importanti interventi infrastrutturali finanziati dalla Provincia, accompagnati dal Consigliere Provinciale socialistaTRENTO e dai Sindaci dei Comuni coinvolti, per i necessari sopralluoghi del caso.

30 mar 2008

29 mar 2008

Continuiamo a dare risposte concrete ai cittadini

Si terrà domani, Domenica 30 Marzo, alle Ore 18, in via Matteotti, piazza storica dei Socialisti cariatesi e del Basso Jonio il primo comizio elettorale per il candidato alla Camera per il Partito Socialista, Leonardo TRENTO.

Rispetto al duopolio mediatico del Pd e del Pdl, sempre più asfittico e privo di risposte sulle questioni aperte in Italia, nel Mezzogiorno ed in Calabria, i candidati socialisti continuano a preferire il dialogo ed il confronto diretto in mezzo alla gente ed il faccia a faccia con i cittadini.

L’impegno diretto sul territorio e per il territorio che caratterizza l’azione politica dei candidati del Partito Socialista continua normalmente anche in questa fase di campagna elettorale.

Senza necessità di doverci inventare nulla. Senza rincorrere slogan o silenzi di opportunità politico-elettorale, i socialisti cosentini del basso jonio e cariatesi erano e continuano ad essere presenti e concretamente vicini alle esigenze, quotidiane, dei cittadini di questa area.

La nostra capacità di ascolto e di risoluzione dei problemi da posizione di governo o da posizione di minoranza rimane la nostra più credibile ed autentica carta d’identità politica.

L’entusiasmo e la partecipazione convinta di elettori e simpatizzanti negli incontri di questi giorni ne è eloquente testimonianza.

27 mar 2008

Lo spot tv del Partito Socialista

"E' lui il primo socialista". Gesu', "speranza" per i piu' deboli, e' il protagonista dello spot di 30 secondi che il Partito socialista trasmetterà sulle tv commerciali nelle ultime due settimane di campagna elettorale. Uno spot che si e' gia' tirato addosso gli anatemi di varie parti politiche, in quella che Boselli ha definito una "censura preventiva, astiosa e violenta". Non ci sembra un fatto immorale che i socialisti colleghino il loro umanesimo e i loro valori a quelli cristiani. L'umanesimo socialista e l'umanesimo cristiano sono due facce della stessa medaglia. Noi abbiamo criticato le
gerarchie ecclesiastiche quando non eravamo d'accordo, ma non siamo mai stati contro Cristo o contro la religione. Le critiche a certe prese di posizione delle gerarchie ecclesiastiche, nulla hanno a che fare con il rispetto dei principi cristiani e il movimento socialista non è mai stato contro la fede o la religione. Lo spot, realizzato dalla regista Katia Simmi con immagini tra l'altro da Jesus Christ Superstar e del Vangelo secondo Matteo, con il sottofondo dell'Internazionale in versione elettronica del gruppo militante degli Area, si conclude con lo slogan elettorale: "Chiudi il cerchio, ora vota socialista".

22 mar 2008

Continua il mio impegno concreto per il Territorio

Seppure le sirene omologanti di PD e PDL sembrino dover catturare, in modo quasi ineluttabile, ogni elettore, frustrandone attese, storia politica, valori ed ideali, noi ci candidiamo, in questo territorio, in Calabria come nel resto del Paese, perché incapaci di svendere e diluire, nel caos programmatico e valoriale generale, la nostra identità di socialisti. E di socialisti calabresi.

Siamo, in Italia, l’unico partito socialista che si riconosce nel Partito Socialista Europeo e nell’Internazionale Socialista. Di ciò continuiamo ad andare fieri ed orgogliosi. Così come diciamo a testa alta, con la forza di chi sa di non aver ceduto a lusinghe poltrone e maquillage elettorali, che siamo soli, in questa campagna elettorale, a confrontarci con i cittadini su temi concreti e valori tanto fondanti quanto irrinunciabili della nostra martoriata Repubblica: dalla libertà al pluralismo alla laicità dello Stato.

Al di fuori delle logiche mediatiche di ricerca del consenso, che sembrano ormai aver avvolto, come in un unico uovo di Pasqua trasparente, gli slogan preconfezionati dei candidati del PD e del PDL, noi socialisti, con l’orgoglio che ci ha sempre contraddistinto, sentiamo di dover combattere fino in fondo questa difficile sfida elettorale, per un’Italia laica, civile e moderna.

Quanti, come noi, non lesinano sforzi, tempo, energie e gran parte della vita privata, privilegiando, soprattutto nei nostri territori, il contatto diretto ed il dialogo franco e schietto con i propri elettori, avvertono il peso della responsabilità di dover affrontare questa competizione viziata e per certi versi anomala ma, allo stesso tempo, l’entusiasmo di sapersi impegnati in una sfida di testimonianza, nient’affatto personale, quanto piuttosto per un Partito, che ci appartiene, che appartiene all’Italia intera, che ha segnato la storia riformista di questa nazione e che dovrà continuare a rappresentare il punto di riferimento del socialismo italiano e calabrese.

Per questi motivi, le nostre candidature, per il Partito, sono esse stesse la continuazione di quell’impegno diretto sul territorio, politico ed amministrativo a tutti i livelli, che ognuno di noi, sa di dover proseguire e di poter spendere, chiedendo, senza timori, un voto utile all’Italia, ai propri elettori anzitutto, ma egualmente a quanti sono stufi dell’omologazione e della sostanziale assenza di differenze programmatiche, nel cartello PD/PDL, sui grandi temi e sulle grandi questioni aperte del nostro Paese. A cominciare dalle due prioritarie questioni nazionali: Nord e Sud.

13 mar 2008

Il Blog di Leonardo Trento © Tutti i Diritti riservati - 2020. Powered by Blogger.