8 feb 2012

Al via la sperimentazione sul SIT provinciale


La Provincia di Cosenza è la prima delle Province calabresi a essersi dotata nei mesi scorsi del SIT (Sistema Informativo Territoriale), che rappresenta il primo nodo della rete istituzionale previsto dalla Legge Urbanistica Regionale.Questo importante strumento costituisce un indispensabile supporto non solo per le attività di pianificazione e gestione territoriale dell’Ente, ma di tutti gli Enti locali che, in virtù dell’entrata in vigore delle Linee Guida regionali, sono chiamati a disegnare, attraverso i nuovi piani strutturali comunali, lo sviluppo del loro territorio. Attraverso il SIT la Provincia è in grado di fornire gratuitamente ai Comuni ed ai progettisti una vera e propria banca dati, anche su supporto cartografico georeferenziato in ambito GIS, necessaria per lo sviluppo dei diversi tematismi richiesti dalle nuove norme urbanistiche per la redazione e la validazione degli strumenti di pianificazione. Tre gli evidenti vantaggi offerti da questo strumento: l’abbattimento dei costi di produzione, l’omogeneità dei dati di riferimento per l’intero territorio provinciale, la facilità di aggiornamento degli strumenti urbanistici nella fase di attuazione.Oggi, a seguito di un Protocollo di Intesa stipulato dall’Assessorato all’Urbanistica della Provincia di Cosenza con i Comuni di Rende, San Nicola Arcella, Albidona, Cariati, Mandatoriccio, Scala Coeli, Terravecchia, per la redazione dei Piani Strutturali Comunali in forma singola e/o associata (PSC/PSA) ed in conformità a standard geografici condivisi, è partita la fase di sperimentazione del Sistema presso l’Assessorato all’Urbanistica della Provincia di Cosenza, alla presenza dei tecnici degli uffici comunali e dei progettisti incaricati e sono stati illustrati i primi risultati delle attività che il SIT sta conducendo in merito all’adozione sia di un modello dati che il suo utilizzo mediante procedure WebGis. L’iniziativa è stata fortemente apprezzata da tutti i presenti. Particolarmente soddisfatto l’assessore provinciale all’Urbanistica, Leonardo Trento.“Questo progetto, portato avanti in un settore delicato come quello urbanistico –ha affermato Trento- dimostra in maniera concreta l’importanza e l’utilità delle Province che, ancora una volta, riescono a svolgere un ruolo di cerniera e di sintesi tra la Regione e i Comuni. Attraverso questo strumento, infatti, non solo si risparmiano risorse e si ottimizzano i tempi di pianificazione, ma avremo a disposizione una Banca Dati completa, con tutti i piani strutturali comunali dei 155 comuni che fanno parte della nostra Provincia e che saranno a disposizione gratuitamente di quanti vorranno consultarli attraverso un semplice click”.
Il Blog di Leonardo Trento © Tutti i Diritti riservati - 2020. Powered by Blogger.